Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – Acquah e Saponara, avanti tutta. Dubickas sbarca in Lega Pro

In attesa della sfida contro l’Inter del grande ex Antonio Conte, nelle ultime ore in casa Lecce vi è da registrare un importante accelerata sul fronte mercato, con Acquah e Saponara che oggi sembrano più vicini che mai.

Per la mediana, il direttore Meluso sembra aver sciolto le riserve, puntando tutto sul centrocampista ex Torino Afriyie Acquah, attualmente in forza al Malatyaspor, società turca con la quale il Lecce dovrebbe aver trovato un accordo definitivo, sulla base di un prestito oneroso con diritto di riscatto in casa di salvezza. Lunedì il centrocampista ghanese potrebbe già sbarcare in Italia per effettuare le visite mediche.

Come riportato da Alfredo Pedullà, l’inizio della nuova settimana potrebbe coincidere anche con l’arrivo di Riccardo Saponara. Meluso e Pradè hanno intensificato i contatti, con la chiara intenzione di risolvere la situazione in maniera positiva. Il Genoa ha già dato il suo benestare alla risoluzione anticipata del prestito, con il Lecce forte di un accordo totale anche con il calciatore. L’ultimo ostacolo è quindi rappresentato dalla società viola, con l’accordo fra le parti che ora non appare molto distante.

Altro profilo da seguire con attenzione, ma molto probabilmente per il futuro è quello del centrocampista classe 1996 Josè Machin, di proprietà del Parma ma attualmente in forza al Pescara, squadra con la quale ha già realizzato ben sette centri in sedici gare.

In uscita c’è da registrare la partenza di Edagars Dubickas, accasatosi in prestito al Gubbio, compagine che milita nel girone B di Lega Pro.

Nella giornata di ieri si è ufficialmente conclusa anche l’esperienza di Milli con la società giallorossa. Il giovane portiere italo-canadese  dopo aver concluso anticipatamente la sua avventura in Lega Pro con il Monopoli, ha rescisso anche il contratto con il Lecce, e molto probabilmente resterà ancora in Salento, dove potrebbe indossare la maglia del Nardò.