Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LA CRONACA – Lecce show al San Paolo: è storica impresa, il Napoli è ko

Grazie ad una prestazione straordinaria il Lecce firma l’impresa andando a vincere per 2-3 sul campo del Napoli. Giallorossi quasi perfetti sul campo di una delle squadre più forti del campionato che veniva da un periodo d’oro. Lucioni e compagni mantengono così il più tre sulle inseguitrici.

Liverani opta per la conferma in blocco dell’undici che ha fatto benissimo con il Torino, lasciando ancora in panchina Petriccione e Mancosu. Tante novità invece per Gattuso, che dà un’opportunità dall’inizio a Maksimovic, Lobotka e Politano. L’inizio di match è tutto del Napoli, possessore esclusivo del pallino del gioco e vicino al gol al decimo con un colpo di testa di Milik alto su cross di Mario Rui. Copione simile al 14′, con stavolta un altro polacco, Zielinski, a beneficiare del cross di Mario Rui: palla a fil di palo. Al ventesimo ancora pericoloso Milik, con un mancino da posizione defilata che si spegne sull’esterno della rete. Dopo l’inizio difficile, il Lecce prende le misure ai partenopei. E, alla prima occasione, colpisce con Lapadula. E’ il 29′, Saponara disegna per Falco il cui tiro è respinto da Ospina sui piedi del numero 9 giallorosso, che insacca da due passi. Tre minuti e Falco sfiora il bis con un mancino a giro al lato di poco. Al 35′ occasionissima per Insigne, che solo contro Vigorito coglie il palo in girata.

Nella ripresa il Napoli parte a mille e al 48′ è subito pari. A siglarlo è Milik, che corregge in rete, il cross di Mertens da due passi. Il Lecce però reagisce prontamente, sfiorando il nuovo vantaggio prima con Lapadula e poi con Falco: in entrambi i casi tiri di intensità blanda ed Ospina para a terra. Al 60′ un ottimo Lecce ritrova il vantaggio. A siglarlo ancora Lapadula, che di testa ha deviato sul palo lontano il cross di Falco. Ancora giallorossi al 71′, con una grande azione che per poco non porta al tris. Prima il tiro di Donati trova la respinta di Ospina, poi ancora l’estremo colombiano si supera sul colpo di testa di Barak. E’ Lecce-spettacolo, e ciò porta al tris salentino che arriva al minuto ottantadue grazie al destro di Mancosu: il sardo indovina l’incrocio grazie a una magistrale punizione dai trenta metri. Il Napoli si riporta sotto però al novantesimo grazie a Callejon, che in rovesciata batte Vigorito. Assedio azzurro finale, ma è trionfo giallorosso.

Nel prossimo turno il Lecce ospiterà la Spal sabato alle ore 15.

IL TABELLINO

RISULTATI E CLASSIFICA