Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LA CRONACA – Esordio vincente per il nuovo Lecce. Almqvist mette il Como ko in Coppa

Buona la prima per Roberto D’Aversa sulla panchina del Lecce, vittorioso per 1-0 nel match con il Como valido per i trentaduesimi di Coppa Italia. I giallorossi giocano bene e vincono con merito, sprecando anche qualcosina che avrebbe evitato qualche brivido finale. Turno passato (ai sedicesimi sarà sfida interna con il Parma) ma soprattutto buone indicazioni in vista dell’esordio nella nuova A.

D’Aversa scegli il 4-2-3-1 avanzando Rafia sulla linea dei trequartisti con Strefezza unica punta. Dall’altra parte per Longo è 4-4-2 ed esperienza davanti con Cerri e Cutrone. Partita viva da subito, il Lecce tenta di fare il gioco ed a lanciare Banda ed Almqvist subito fermati due volte dalla difesa comense. Le prime occasioni, però, sono per il Como, due volte alla conclusione alta con Cerri prima di testa al settimo e poi di destro al decimo. Dopo i due rischi i giallorossi crescono e pressano la difesa ospite, sommando punizioni e  corner. Al 18′ arriva anche il primo tiro: Ramadani conquista caparbiamente palla sui 25 metri e calcia forte, trovando una deviazione che impenna la conclusione di poco alta. Più velleitari i tentativi da fuori di Banda al ventesimo e di Rafia due minuti dopo, in entrambi i casi Semper non corre pericoli. Minuto 24, punizione dal limite di Strefezza e palla di poco alta sopra l’incrocio. I salentini spingono, Almqvist si invola al ventiseiesimo e Semper deve volare per opporsi al suo mancino a giro. Il gol è però nell’aria ed arriva quando il cronometro segna 27. Manovra sul settore sinistro, palla filtrante per Dorgu che scarica sul mancino vincente di Almqvist. Cinque minuti ed il terzino danese, entrato per l’infortunato Gallo, prova a scrivere anche il suo nome sul tabellino dei marcatori, fermato però in angolo dall’estremo biancazzurro. Al quarantesimo Pongracic ruba palla altissimo e di fatto rifinisce per Strefezza il quale tentenna un po’ troppo, calciando poi centralmente tra le braccia di Semper. Ancora Almqvist vicino al bis al minuto 42′, ma stavolta il suo mancino a giro è largo di poco. Più preciso Gonzalez nell’azione seguente, trovando però la facile parata dell’estremo lombardo.

Tanto Lecce anche ad inizio ripresa e dopo tre giri di lancette Banda chiama Semper all’ennesima parata della sua partita. Meno bene Gonzalez, il cui destro dal limite al 50′ è ampiamente largo. Il Como si rifà vivo dalle parti di Falcone al 54′, quando il portiere giallorosso è chiamato due volte alla parata, prima su Abildgaard e poi sul tiro cross di Ioannou. I salentini tengono la pressione ed al sessantesimo raddoppierebbero anche, ma Banda su invito di Strefezza è davanti a tutti già in partenza ed il suo gol viene annullato. Minuto 63, si rivede Strefezza: l’italo-brasiliano calcia troppo debolmente e Semper para. Il croato del Como si ripete nell’ennesima deviazione per dire di no a Banda, che nell’azione seguente si era immolato in solitaria. Dieci minuti dopo è Baselli a fare venire i brividi ai tifosi leccesi, con un destro dal limite alto di poco. Poi tocca a Di Francesco, fermato due volte in un minuto al momento del tiro. All’88’ ancora Baselli ed ancora Falcone attento a dire di no, due volte nella stessa azione. Nel recupero doppia palla gol per il raddoppio: prima da Corfitzen a Di Francesco a Blin che coglie la traversa di petto, poi Dorgu riceve da Gonzalez ma allarga troppo il piattone. È 1-0 conclusivo.

Domenica prossima parte la Serie A: alle 20.45 al Via del Mare ci sarà la Lazio.

IL TABELLINO

Lecce, stadio “Via del Mare”
domenica 13 agosto 2023, ore 21
Tim Cup 2023/24 – Primo turno

LECCE-COMO 1-0
RETI: 27′ Almqvist

LECCE (4-3-3): Falcone – Gendrey, Pongracic, Baschirotto, Gallo (15′ Dorgu) – Rafia (73′ Blin), Ramadani, Gonzalez – Almqvist (83′ Burnete), Strefezza (73′ Corfitzen), Banda (73′ Di Francesco). A disp. Borbei, Brancolini, Berisha, Ceesay, Dermaku, Helgason, Lemmens, Listkowski, Maleh, Smajlovic. All. Roberto D’Aversa.

COMO (4-4-2): Semper – Cassandro (81′ Vignali), Odenthal, Barba, Ioannou – Da Cunha (81′ Kerrigan), Abildgaard, Bellemo, Chajia (70′ Mustapha) – Cutrone (70′ Baselli), Cerri (71′ Gabrielloni). A disp. Vigorito, Bolchini, Arrigoni, Blanco, Curto, Sala, Solini. All. Moreno Longo.

ARBITRO: Rutella di Enna (Mastrodonato-Prenna; IV Leone; VAR Paterna, Di Vuolo).

NOTE: Ammoniti Baschirotto, Dorgu (L), Cassandro, Abildgaard (C). Rec. 1′ pt, 4′ st.

(foto Coribello/SalentoSport)