Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

in foto: archivio
copyright: Coribello/SalentoSport

LECCE – Impresa Primavera: Burnete gol in casa Inter, capolista ko

Impresa per il Lecce Primavera campione d’Italia al “Konami Training Center” di Milano, campo dell’Inter, attualmente capolista. I giallorossi passano di misura sui nerazzurri: decide Burnete a metà ripresa, col Lecce che già era in inferiorità numerica dal 37′.

Parte bene il Lecce con un tiro a giro di Burnete che si spegne a lato di pochissimo ma è dell’Inter l’occasione coi fiocchi per sbloccare la parità: fallo di mano di Russo in area al 12′ e per l’arbitro è rigore. Dal dischetto ci va Stankovic che si fa però respingere il tiro da uno strepitoso Borbei. Il numero uno giallorosso si ripete al 26′ su un tiro di Owusu. Sull’altro fronte, stacco di Esposito da corner, ribatte la difesa locale. Al 37′ altro bivio dell’incontro: Lecce in dieci per un fallaccio di Winkelmann, espulso direttamente. In superiorità numerica, l’Inter affonda: al 39′ è provvidenziale Russo che devia in angolo un tiro di Quieto a Borbei battuto. Prima del riposo, brivido per l’Inter per un quasi autogol di Alexiou.

Coppitelli lascia a riposo Russo per Davis e il Lecce, pur con un uomo in meno, si rende pericoloso quando può. Come al 5′ con una splendida verticalizzazione di Burnete per McJannet, il cui pallonetto finisce fuori di un soffio. Al 9′ Owusu prova il tiro da posizione defilata ma Borbei è attento. Dentro anche Yilmaz per Agrimi e al 19′ i salentini colpiscono. Cocchi commette fallo di mano in area per anticipare McJannet. Rigore trasformato da Burnete con una conclusione potente e precisa. Per il bomber giallorosso, decimo gol stagionale in 17 partite giocate. Lo stesso Cocchi, poco dopo, completa la frittata facendosi espellere e ristabilendo la parità numerica in campo. Nel finale l’Inter prova l’assalto ma senza rendersi troppo pericoloso, se non con un tiro cross di Berenbruch che sfiora il palo. Si chiude bene il Lecce, conservando il possesso, lottando su ogni pallone e non disdegnando le sortite offensive con Burnete e Daka, supportati dalle ottime prove di McJannet e Samek in mediana.

Il Lecce esulta dopo i quattro minuti di recupero, aggiungendo tre punti forse fondamentali in chiave salvezza. Le due ultime in classifica sono a -11 (ne retrocede una sola, senza playout), prima del turno odierno e quando mancano sette partite alla fine della stagione regolare. Prossima settimana, Lecce-Sassuolo, squadra impegnata nella lotta per i playoff. Fischio d’inizio sabato alle ore 11.

IL TABELLINO

Milano, Konami TC
sabato 30.03.2024, ore 11
Primavera 1 2023/24, giornata 27

INTER-LECCE 0-1
RETI: 65′ rig. Burnete

INTER (4-3-3): Raimondi – Miconi (63′ Sarr), Stante, Alexiou, Motta (46′ Cocchi) – Akisanmiro (63′ Di Maggio), Stankovic, Berenbruch – Kamate (83′ Mosconi), Owusu, Quieto (46′ Spinacce). A disp. Tommasi, Bovo, Matjaz, Maye, Mazzola, Diallo. All. C. Chivu.

LECCE (4-2-3-1): Borbei – Russo (46′ Davis), Pacia, Esposito, Addo – Yilmaz (58′ Agrimi), Samek – Daka, McJannet, Winkelmann – Burnete. A disp. Leone, Verdosci, Casciano, Metaj, Zivanovic, Helm, Jemo, V. Kodor. All. F. Coppitelli.

ARBITRO: Grasso sez. Ariano Irpino.

NOTE: ammoniti Cocchi, Spinacce, Motta (I), Davis, Samek, Burnete, Agrimi; espulsi: al 37′ Winkelmann (L) per gioco violento; al 74′ Cocchi (I) per doppia ammonizione. Al 12′ Borbei (L) respinge un rigore di Stankovic (I).