Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

foto: M. Baroni
ph: Coribello/SS

LECCE – Baroni: “A Verona una gara di difficoltà alta. Servono compattezza e determinazione”. I convocati

Alla vigilia di Verona-Lecce, mister Marco Baroni evidenzia il fatto che la gara di domani, contrariamente a quanto possa far pensare la classifica, non sarà affatto comoda. Le parole del tecnico nella conferenza stampa odierna.

“Quello di domani è uno scontro diretto, sappiamo di avere di fronte un avversario abbastanza forte che non merita i punti che ha in classifica. Noi dobbiamo pensare a noi stessi e alla nostra prestazione, la gara presenta difficoltà alta ed è quello che vogliamo, sono queste le nostre partite, nelle quali dobbiamo dimostrare compattezza, lucidità, capacità di sacrificio e determinazione. Mettiamoci alle spalle i risultati utili fatti sinora e guardiamo a domani con fiducia e con grande rispetto dell’avversario. Dubbi di formazione? Ci sono tanti ragazzi che stanno crescendo. Mi sono piaciuti molto Pezzella e Maleh contro il Milan ma guardiamo a questa gara nell’ottica di undici uomini più cinque che entreranno in campo. Ci sarà bisogno di tutti, bisognerà tenere i ritmi alti perché loro sono una squadra molto aggressiva, che viene a prenderti a tutto campo ed è difficile giocarci contro. Qualche dubbio di formazione c’è, ma perché tutti i ragazzi stanno facendo bene e in molti meritano di partire subito. Il mercato? Non ci tange, sono usciti dei ragazzi che meritavano di essere protagonisti, adesso lo faranno in altre squadre. Alcuni sono ancora nostri e ci teniamo molto che possano fare un finale di stagione importante per poi rientrare alla base. La mia attenzione, ora, è su quello che ho nello spogliatoio, dove non entrano pensieri e situazioni di mercato. Maleh? Quando prendi un giocatore che non ha giocato molto, non bastano pochi allenamento intensi per avere la condizione di gara giusta, ma lui sta giocando bene, si è integrato benissimo, gli piace lavorare con noi e si vede sul campo. Stessa cosa per Cassandro, lo conoscevamo già, ha dimostrato di essere uno dei terzini più bravi in Serie B, è giovane e strutturato, è un giocatore che va a tutta e noi gli diamo la possibilità di venire nel nostro gruppo, dove non avrà difficoltà a integrarsi. Noi rimaniamo allineati sul nostro percorso, cercando di crescere sia individualmente, sia di squadra. Quando ci sono così tanti giovani che non hanno un percorso di tenuta mentale in un campionato così difficile, è importante non mollare mai e intensificare la motivazione sia dal lato psicologico, sia fisico. Io guardo sempre alle cose che dobbiamo migliorare: col Milan, la squadra ha avuto tenuta mentale, compattezza, potevamo anche dilagare e poi ci hanno ripreso, ma loro sono i Campioni d’Italia e noi siamo rimasti in partita sino all’ultimo. Le nostre prerogative dovranno essere sempre quelle di avere compattezza e determinazione, cose che dobbiamo sempre mettere in campo, perché se pensi di aver già conquistato un obiettivo, quello è il momento in cui lo perdi di vista”.

Nessuna sorpresa tra i convocati: assenti solo gli infortunati Dermaku e Pongracic.

PORTIERI: Bleve, Brancolini, Falcone

DIFENSORI: Baschirotto, Cassandro, Gallo, Gendrey, Lemmens, Tuia, Umtiti, Pezzella

CENTROCAMPISTI: Askildsen, Blin, Gonzalez, Helgason, Maleh, Hjulmand

ATTACCANTI: Banda, Ceesay, Colombo, Di Francesco, Listkowski, Oudin, Strefezza, Voelkerling P.