Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

RACALE ALLISTE – Il presidente Stanca a SS: “Peccato per la sconfitta, avremmo chiuso il campionato. Domenica, a Ugento…”

La prende con filosofia il presidente del Racale/Alliste, Ilvo Stanca. Ma il rammarico è grande. La sua squadra, così come lo Scorrano, è stata punita dal Giudice sportivo con la sconfitta a tavolino per 3-0 e con diverse giornate di squalifica a carico di alcuni calciatori che si sono resi responsabili, secondo la ricostruzione arbitrale, della rissa di domenica scorsa a pochi minuti dalla fine della gara. Il Racale/Alliste era in vantaggio di 2-1.

«Eravamo già preparati a quest’epilogo – commenta Stanca ai nostri microfoni – per noi è una doppia sconfitta perché stavamo vincendo una partita molto dura e se il risultato fosse rimasto quello avremmo avuto ben 11 punti di distacco dalle nostre inseguitrici. Adesso sono otto e domenica andremo a giocare in casa dell’Ugento, che all’andata ci costrinse al pareggio e che, in caso di vittoria, potrebbe avvicinarsi ancora di più. Poi oggi l’Uggiano gioca il recupero. Peccato, con una nostra vittoria avremmo chiuso in anticipo il campionato».

Stanca, poi, ritorna sui fatti di domenica: “Non si è capito nulla, è successo tutto nel giro di pochissimi secondi. È iniziato tutto con l’ennesimo fallo ai danni di Siciliano che, tartassato per tutta la gara, ha, purtroppo, inspiegabilmente reagito mettendo le mani addosso al suo avversario. L’arbitro, dopo aver dato il triplice fischio, si è allontanato insieme ai carabinieri e ha osservato la scena da lontano. Su De Pietro (squalificato per quattro giornate, ndr) ha sbagliato totalmente. È stato coinvolto e non ha reagito, ma è stato punito lo stesso. De Pietro ci mancherà tanto nelle prossime partite perché un perno insostituibile del nostro centrocampo, vista l’assenza del nostro capitano Michel Garofalo.

E prosegue: “Per noi, alla prima esperienza nel mondo del calcio, è stato un fulmine a ciel sereno, dato che eravamo tra le poche società a non aver mai avuto un solo euro di multa”. E domenica il big-match a Ugento: “Insieme al presidente dell’Ugento, Massimo De Nuzzo, abbiamo parlato di quella che ci auguriamo possa essere una festa di sport per tifoserie e famiglie. A fine gara faremo anche il ‘terzo tempo’, prima del fischio d’inizio organizzeremo una partitella tra squadre giovanili delle due società. Siamo sicuri al 110% che sarà una domenica tranquilla  e che in campo si giocherà una gran bella partita”.

Show CommentsClose Comments

Leave a comment