CAPO DI LEUCA-UGENTO – Zappatore-Oliva è sfida nella sfida: i due tecnici a confronto

zappatore loris capo di leuca

Foto: L. Zappatore

Domani pomeriggio alle ore 14.30 si affronteranno il Capo di Leuca e l’Ugento, seconda e prima della classe del girone D di Prima Categoria. Abbiamo ascoltato, in esclusiva, gli allenatori delle due squadre, Loris Zappatore e Mimmo Oliva.

Questa sfida al vertice vede affrontarsi due squadre giovani e volenterose di primeggiare in campionato. Chi riuscirà a vincere la contesa?

Z: Sinceramente per noi sarebbe un sogno conquistare la vittoria e il primo posto, siamo una realtà in crescita che vuole essere protagonista in questo girone. Affronteremo un avversario che sta comandando con merito la graduatoria e secondo me sarà una bellissima festa dello sport.

O: Il Capo di Leuca è una delle più belle realtà calcistiche del territorio, sarà una sfida difficile dove noi vogliamo proseguire la nostra striscia positiva per continuare a cavalcare il nostro sogno.

Le due squadre di Racale sembrano essere le favorite uno per la vittoria finale, che ruolo avranno il Capo di Leuca e L’Ugento?

Z: Le squadre di Mugo e Cerbino sono state costruite per vincere il girone, ma non dimentichiamo il  Minervino, Il Matino e lo stesso Parabita; noi potremmo essere la sorpresa in positivo di questa annata calcistica.

O: Sulla carta non dovrebbero avere rivali, ma esistono anche le altre squadre e noi speriamo di inserirci in questa lotta per il titolo. Gli antichi dicevano ‘tra i due litiganti il terzo gode’.

oliva mimmo (R. Frisco)
Mimmo Oliva (R. Frisco)

Quali sono gli under più interessanti in questo girone?

Z: Il nostro portiere Francesco Parisi, classe 2000, sta disputando un campionato di primo livello, ma tanti miei ragazzi possono essere considerati sopra la media e possono ambire a categorie superiori.

O: Non amo fare nomi, ma i ragazzi under dell’Ugento sono molto bravi e possono essere un valore aggiunto alla nostra compagine.

La Prima Categoria, divisa in quattro gironi, sta perdendo il suo fascino?

Z: Purtroppo questa scelta sta facendo scendere il valore di questo campionato ma allo stesso tempo sta facendo nascere nuova realtà che possono valorizzare i loro settori giovanili.

O: Sicuramente non è la Prima Categoria di qualche anno fa, ma questo girone sta diventanto sempre più affascinante grazie alle quattro squadre di vertire racchiuse in soli quattro punti.

Un pensiero al vostro avversario in panchina e uno sguardo al vostro futuro da allenatore.

Z: Mimmo Oliva è sprecato per questa categoria e sono convito che presto riuscirà a calcare altri palcoscenici. Personalmente ho sposato il progetto Capo di Leuca da quattro anni e vorrei insieme a questa splendida società fare il salto di qualità, che si può ottenere solo con l’umiltà e il sacrificio.

O: Loris Zappatore ha lavorato con dedizione e grandi risultati a Capo di Leuca, sono certo che raggiungerà piazze ambite e di prestigio. Quando ho avuto la proposta di scendere in Prima Categoria non ho esitato ad accettare, io amo lavorare sul campo e non mi interessa quale sia la categoria di riferimento, anche perché sono approdato in una società sana e ambiziosa.

Marco TARSI
Nato a Copertino 39 anni fa , laureato in economia e gestione delle attività turistiche e culturali, giornalista pubblicista dal 2014, redattore di Salento Sport, collaboratore della Gazzetta del Mezzogiorno e di Radio system network. Alla passione sportiva unisce quella instancabile di educatore scout nel gruppo Copertino 97!!

Articoli Correlati