Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

foto: l'esordiente Giorgio Caputo, cl. 2005

VIRTUS MATINO – Il Bitonto dilaga, si chiude il capitolo Serie D per i biancazzurri

Da ieri è arrivata la conferma della matematica. La Virtus Matino ritorna in Eccellenza. A dare il colpo di grazia alla sfortunata stagione biancazzurra è stata la cinquina casalinga rimediata dal Bitonto, nettamente più forte dei suoi avversari, apparsi, tra l’altro, anche in giornata no.

La partita del Comunale di Ugento è subito ricca di azioni da cronaca. Al 3′, il Bitonto è già in vantaggio con un’imperiosa incornata di Santoro, dal cuore dell’area di rigore, che Leuci non riesce a trattenere. La replica della Virtus è affidata a una punizione di Monopoli, deviata in corner. Al 19′ il raddoppio neroverde grazie a un tiro secco di Addae, assistito da D’Anna: palla calciata dai 20 metri che s’infila alla destra di Leuci. Stasi manca il tris al 25′ solo grazie a un salvataggio di D’Andria, ma è questione di minuti: scorre il 28′ e D’Anna, sfruttando un’ingenuità della difesa locale, fissa il risultato sullo 0-3. Branà allora cambia due uomini nella speranza di dare una scossa alla sua squadra e qualche risultato si vede, come un’occasione di D’Andria, con tiro deviato un corner, e un assist di Stauciuc non raccolto da nessuno dei suoi compagni nell’area bitontina. Addae va vicino alla doppietta personale al 42′, con un tiro da fuori, un po’ abbozzato, che, allungato dal vento, stava per beffare ancora Leuci. Prima del riposo, 0-4 Bitonto: destro secco di Stasi e gara ormai compromessa.

Dopo il riposo, il Matino si fa vivo con una combinazione Monopoli-Palmisano e tiro dell’esterno che sfila a lato di poco. Al quarto d’ora, Stauciuc reclama un rigore per un atterramento in area, ma Valentini lascia giocare. Branà fa esordire il giovane portiere Giorgio Caputo, di cui si dice un gran bene, mandando a riposare Leuci. Caputo risponde subito presente, bloccando a terra un insidioso tiro cross di D’Anna. Attorno alla mezzora, il Matino segna il gol della bandiera con Stauciuc che, da dentro l’area, difende il pallone e lo scarica, col mancino, nell’angolino opposto, alla destra di Cannizzaro. Ormai si gioca solo per pura accademia e le occasioni aumentano, anche per via della stanchezza delle due squadre. Al 35′, interessante scambio Palmisano-Stauciuc che prova a ripetersi, ma, stavolta, alza troppo la mira. Lattanzio fallisce l’1-5 in contropiede ma si riscatta poco dopo: Valentini vede un contatto falloso tra Maxime e Ferrante in area biancazzurra. Dal dischetto, lo stesso Lattanzio incrocia il mancino a mezz’altezza, non lasciando scampo a Caputo, che pure aveva indovinato l’angolo.

Il Bitonto, dunque, consolida il terzo posto in classifica e si prepara agli spareggi promozione di fine campionato. Il Matino lascia la Serie D a testa alta, soprattutto per quanto fatto vedere nel girone di ritorno. Le ultime due partite, quella di Rotonda e il derby casalingo col Brindisi, serviranno anche a programmare il futuro.

IL TABELLINO

Ugento, stadio Comunale
domenica 8 maggio 2022, ore 16
Serie D/H 2021/22, giornata 36

VIRTUS MATINO-BITONTO 1-5
RETI: 3′ pt Santoro (B), 19′ pt Addae (B), 28′ pt D’Anna (B), 45′ pt Stasi (B), 29′ st Stauciuc (M), 45′ st rig. Lattanzio (B)

VIRTUS MATINO: Leuci (16′ st Caputo); Rantucho (1′ st Palmisano), Meola (37′ st Maxime), Patronelli; Monopoli, Gramegna (32′ pt Calò), Tarantino, Inguscio (32′ pt Ancora), D’Andria; Morra, Stauciuc. A disp. Michel, Fina, Giannotta, Malonga. All. Branà.

BITONTO: (3-1-4-2): Cannizzaro; Biason, Lanzolla, Petta; Addae (16′ st Manzo); Riccardi (1′ st Lacassia), Stasi (21′ st Ferrante), Piarulli, D’Anna (37′ st Guarnaccia); Lattanzio, Santoro (9′ st Iadaresta). A disp. Figliola, Martellone, Masellis, Palumbo. All. Potenza.

ARBITRO: Valentini di La Spezia.

NOTE: ammoniti Patronelli, Maxime (M), Lanzolla, Riccardi, Addae (B). Rec. 1′ pt, 3′ st.

RISULTATI E CLASSIFICA