Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

in foto: Ragno a colloquio con i suoi a fine gara
copyright: P. Cardone

NARDÒ – Tra il Toro e la vetta c’è di mezzo la Nocerina: pari con qualche rimpianto al “Giovanni Paolo II”

C’è un po’ di rimpianto per il 2-2 casalingo del Nardò contro la Nocerina, giacché una vittoria, per la squadra di Nicola Ragno, avrebbe potuto significare vetta della classifica, sebbene in condivisione.

Il Toro conserva l’imbattibilità in campionato contro la non irresistibile Nocerina ma deve mangiarsi le mani per l’occasione sprecata davanti ai suoi tifosi. Dopo un avvio di gara di prevalenza locale, è proprio la formazione campana a passare per prima in vantaggio con Balde che vince un contrasto con Mengoli e arriva in buca freddando il portiere Viola. Un paio di spunti di De Giorgi (tra cui un palo su un tiro-cross) fanno presagire che il pareggio è nell’aria e, puntualmente, il gol dell’uno pari arriva in zona recupero: cross del solito De Giorgi, sponda col petto di Gjonaj e spettacolare rovesciata vincente di Dambros.

Il gol arrivato prima del riposo carica i granata che, subito dopo il fischio d’inizio del secondo tempo, completano la temporanea rimonta, sugli sviluppi di un angolo battuto da Guadalupi e incornato in porta da De Giorgi. Ma non c’è tempo per esultare per il Nardò, che al 7′ arriva il pari nocerino: rinvio non perfetto di Antonacci con palla che termina sui piedi di Chietti, il cui tiro di prima intenzione non trova l’intervento decisivo e definitivo di Viola. Ancora Balde è bravo ad approfittarne della situazione per infilare in porta il gol del 2-2. Il punteggio non sembra accontentare nessuna delle due contendenti che vanno a caccia del gol vittoria sino al triplice fischio. Si segnalano un’iniziativa di Ambro che calcia su Viola in uscita; una deviazione in corner di Stagkos su una punizione di Guadalupi; una girata di testa di Mariano che non inquadra lo specchio della porta; un tentativo di Scaringella che, da buona posizione, fallisce il tiro che poteva valere il 2-3. Lo stesso succede nell’area avversaria, quando Gjonaj, a tre dalla fine, manca il colpo del ko da ottima posizione. La sfida si chiude con le proteste del Toro per un possibile intervento da rigore sullo stesso Gjonaj.

Il triplice fischio sancisce il dodicesimo risultato utile per il Nardò che continua a inseguire il duo di vetta, ora composto da Barletta e Cavese. Domenica prossima, il calendario prevede il super-derby del “Capozza” contro il Casarano.

IL TABELLINO

Nardò, stadio “G. Paolo II”
domenica 20 novembre 2022, ore 14.30
Serie D/H 2022/23, giornata 12

NARDÒ-NOCERINA 2-2
RETI: 22′ pt e 7′ st Balde (No), 46′ pt Dambros (Na), 1′ st De Giorgi (Na)

NARDÒ (3-5-2): Viola; Mengoli, Lanzolla, Russo; Orlando (35′ pt Ciraci), De Giorgi, Fedel, Guadalupi, Antonacci (38′ st Polichetti); Dambros (21′ st Mariano), Gjonaj (43′ st Lucatti). All. Ragno.

NOCERINA (3-5-2): Stagkos; Romeo, De Marino, Garofalo; Chietti (32′ st Menichino), Mincica (28′ st Mancino), Ambro, Basanisi (38′ st Giacomarro), Bandrera; Balde, Talamo (28′ st Scaringella). All. Zavattieri.

ARBITRO: Franzò di Siracusa.

NOTE: ammoniti -. Rec. 3, 4.

RISULTATI E CLASSIFICA