Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

SERIE D – Il Giudice sportivo sul girone H: 17 calciatori squalificati, ammende per 5 club

Di seguito le risultanze del Giudice sportivo dopo la trentunesima giornata del girone H del campionato di Serie D.

DIRIGENTI – Caleprico (Monopoli) inibito fino al 4 maggio.

CALCIATORI – Due giornata ad Esposito (Bisceglie), Posillipo (Potenza), Florio (San Severo); una giornata per Rizzo,Cornacchia (Gallipoli), Campagna (San Severo), De Luca, Lenti (Grottaglie), Gentile (Manfredonia), Di Capua (Sarnese), Viola, Sicignano (Potenza), Marsili (Taranto), Giraldi, Lavopa (Fidelis Andria), Scalese (Francavilla in Sinni), Zotti (Bisceglie)

MULTE – 1.200 euro per il Potenza (“Per avere propri sostenitori fatto oggetto, per l’intera durata del primo tempo, uno degli A.A. del lancio di sputi che attingevano l’Ufficiale di gara alla schiena”), 1.000 euro per il Grottaglie (“Per avere durante lo svolgimento della gara: un tifoso presente sugli spalti utilizzato un fischio analogo a quello in dotazione al Direttore di gara, recando ostacolo al normale svolgimento della gara; propri sostenitori fatto esplodere 3 petardi, di cui 2 nel settore loro riservato ed il terzo in prossimità della panchina della squadra ospite. Sanzione così determinata in considerazione della idoneità del materiale pirotecnico utilizzato a cagionare danni all’incolumità fisica dei presenti”), 500 euro per la Fidelis Andria (“Per avere propri sostenitori acceso 5 fumogeni determinato la sospensione della gara per un minuto. Sanzione così determinata in considerazione della idoneità del materiale pirotecnico utilizzato a cagionare danni all’incolumità fisica dei presenti”), 500 euro per il San Severo (“Per avere propri sostenitori in campo avverso, fatto esplodere 2 petardi nel settore loro riservato. Sanzione così determinata in considerazione della idoneità del materiale pirotecnico utilizzato a cagionare danni all’incolumità fisica dei presenti”), 400 euro per il Taranto (“Per avere propri sostenitori in campo avverso acceso 3 fumogeni, di cui 2 lanciati nel recinto di gioco e 1 nel settore loro riservato. Sanzione così determinata in considerazione della idoneità del materiale pirotecnico utilizzato a cagionare danni all’incolumità fisica dei presenti”).

Show CommentsClose Comments

Leave a comment