Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

NARDÒ – Vicedomini: “Resto in granata, mai avuto dubbi. Confermiamoci in alto per giocarci il campionato”

I quattro pareggi consecutivi, che sono costati al Nardò la vetta della classifica, hanno contribuito ad affievolire l’entusiasmo nell’ambiente granata. Il capitano, Carlo Vicedomini, ha voglia di ripartire già nel prossimo turno, al “Gobbato”, contro il Pomigliano, una delle pretendenti al salto di categoria. “Sarà una partita difficile – afferma il centrocampista del Nardò – ad inizio campionato ci dicemmo che sarebbero state tutte gare toste e quindi non siamo impreparati, sarà una battaglia. Personalmente sto bene, sono fiducioso, non ho mai avuto dubbi sui miei compagni, sul mister e su tutto lo staff. Pomigliano? Non arriviamo al match con l’entusiasmo a mille, c’è stato un riassetto nello spogliatoio. Ma nessun sconvolgimento. Le prossime due partite metteranno alla prova il nostro carattere. Ci tapperemo le orecchie e cercheremo di fare bene”.

“Abbiamo analizzato i pareggi con Serpentara e Marcianise – prosegue Vicedomini – soffermandoci sulla prestazione. Sappiamo che non abbiamo fatto bene nelle ultime due uscite e cercheremo di ricomporci e ripartire. La squalifica di Riccardo Lattanzio? Per noi è un calciatore fondamentale sia nello spogliatoio che in campo e non poter disporre delle sue qualità per tre domeniche consecutive peserà. Ho fiducia nei compagni, però, e so che chi lo sostituirà lo farà alla grande. Mercato? Resterò qui a Nardò fino a fine anno. Ho sposato un progetto l’anno scorso e non intendo mollarlo. Non sono certo quattro pareggi che mi faranno cambiare idea sulla piazza, che ci deve restare vicino isolando chi fa di tutto per creare scompiglio in questa squadra. Voglio ricordare che oggi siamo ancora in alto per giocarci il campionato e questo fino a poco tempo fa era solo un sogno. Spero arriveranno in granata uomini prima di tutto, poi ottimi calciatori per aiutarci – conclude il capitano del Nardò – nel nostro cammino”.

 

Show CommentsClose Comments

Leave a comment