Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

foto: la festa del Nardò dopo il gol di Addae
ph: Coribello/SS

NARDÒ – Un eurogol di Addae e uno spunto di Dambros spengono le speranze del Matera di Ciullo

Il Nardò infila la seconda vittoria consecutiva, terza nelle ultime quattro gare, battendo il Matera per 2-1. Il successo contro i lucani regala il terzo posto in classifica, a pari merito con l’Altamura, e il sorpasso sul Brindisi, fermato sul pari a Bitonto. La vetta dista solamente tre punti, visto il mezzo passo falso della Cavese contro l’Afragolese.

Di certo, non facile la sfida al Matera dell’ex Totò Ciullo, che gioca due terzi di gara in inferiorità numerica per via dell’espulsione di Dubaz al 30′. La prima parte di gara è nettamente di marca granata: Pozzer, portiere ospite, ha una gran mole di lavoro per sventare i tentativi di Ferreira, due volte, e di Fedel. A metà tempo, De Giorgi svetta di testa su palla spiovente, mancando lo specchio della porta. alla mezzora, poi, la già citata espulsione di Dubaz per doppio giallo. E il Nardò passa subito all’incasso: minuto 38, gran tiro dai 30 metri di Addae e palla sotto l’incrocio dei pali dell’incolpevole Pozzer. Al riposo, quindi, si va sul vantaggio di misura per il Toro.

I locali, inconsapevolmente, abbassano un po’ il ritmo, pur continuando a creare delle buone manovre. Al tiro ci va ancora De Giorgi, due volte: nella prima occasione, il portiere ospite è attento, mentre, nella seconda, allarga troppo la mira. Lo stesso fa Ciracì che, poco dopo, si mangia il raddoppio. Ed ecco servito il conto: angolo per il Matera, tiro in anticipo su tutti di Piccioni e palla in porta per l’uno a uno. Mister Ragno ha il merito di riorganizzare subito la squadra e di incitarla a non farsi prendere dallo scoramento. I suoi ragazzi lo seguono e recepiscono gli ordini alla lettera: al 26′ cross invitante di Ciracì e Dambros firma il gol del nuovo vantaggio salentino, con palla che bacia il palo e oltrepassa la linea bianca sull’altro lato della porta. Il Nardò, da quel momento in poi, gestisce abbastanza comodamente il ritorno del Matera, forte anche di un uomo in più, e tenta un paio di affondi con Gjonaj, senza fortuna.

Al triplice fischio, esplode la gioia del “Giovanni Paolo II”, che si gode una vittoria sofferta, ma meritata. La classifica, ora, si fa sempre più interessante. Domenica prossima, Fasano-Nardò.

IL TABELLINO

Nardò, stadio “Giovanni Paolo II”
domenica 15 gennaio 2023, ore 15
Serie D/H 2022/23, giornata 19

NARDÒ-MATERA 2-1
RETI: 38′ pt Addae (N), 18′ st Piccioni (M), 26′ st Dambros (N)

NARDÒ (3-5-2): Viola; De Giorgi, Lanzolla, Russo; Ciracì, Fedel (25′ st Polichetti), Addae, Montinaro (39′ st Mengoli), Antonacci (25′ st Pinto); Dambros (33′ st Gjonaj), Ferreira. All. Ragno.

MATERA (3-5-2): Pozzer; Donida, Vicentem Dubaz; Cum (36′ st Lorusso), Zielski (11′ st Hysai), Bottalico, Manu, Iaccarino; Orefice (11′ st Ancora), Piccioni. All. Ciullo.

ARBITRO: Scarpati di Formia.

NOTE: ammoniti Montinaro, Antonacci, Mariano (N),, Orefice, Donica (M); espulsi: al 30′ pt Dubaz (M) per doppia ammonizione. Rec. 2, 4.

RISULTATI E CLASSIFICA