NARDÒ – Taurino: “Non si può pensare di vincere con tre ingenuità clamorose come le nostre”

Esordio nel girone H poco felice per il tecnico granata: "Se commetti così tante ingenuità nell'arco degli stessi 90' poi le partite non le vinci"

taurino-roberto

Foto: R. Taurino (©SalentoSport.net)

Il Nardò resta a secco nella prima uscita stagionale di campionato. La Sarnese sbanca il “Giovanni Paolo II” per 1-2 e il tecnico Roberto Taurino pone l’accento sulle ingenuità che sono costate care ai granata: “Troppi errori banali. Sappiamo che la Coppa Italia è una competizione secondaria, c’è uno spirito diverso rispetto al campionato, torneo in cui i punti sono pesanti. Mi fa tanta rabbia perdere in questo modo: se le altre squadre meritano bene, però incassare due gol così su palla inattiva veramente non si può. Sul primo calcio d’angolo abbiamo peccato di lucidità nel concederlo, poi con tanta fatica ci siamo rimessi in carreggiata. Nella ripresa ci siamo spinti in avanti ma abbiamo commesso un’altra grave ingenuità, ossia restare in inferiorità numerica. Poi tanti sacrifici poi l’ennesimo errore sul calcio d’angolo. Se commetti così tante ingenuità nell’arco degli stessi 90′ poi le partite non le vinci”.

“Abbiamo cercato di aggredire fin da subito – aggiunge Taurino – ma loro non hanno mai sviluppato la manovra dal basso, calciavano subito il pallone sulla loro punta accorciando in avanti. Noi ci siamo fatti cogliere impreparati in alcune circostanze, dovevamo essere più decisi sul primo saltatore. Al di là di questi dettagli tattici, se in determinati episodi non sei concentrato e concedi due gol come quelli che abbiamo subito, è dura vincere. Non abbiamo neppure avuto alcun episodio fortunato, ma ci siamo dimostrati immaturi“.

Sulla sostituzione di Alessio Palmisano: “Sull’esterno sfondava poco, volevo inserire un senior come Prinari in mezzo e anzi, volevo inserirlo già prima al posto di Versienti, ho temporeggiato qualche minuto in più e Versienti è stato espulso. Mi assumo le mie responsabilità. Guardiamo avanti: analizziamo la sconfitta, non facciamoci abbattere e cerchiamo di trarre qualcosa di positivo. So che la gente si aspettava un risultato diverso, ma dobbiamo continuare a lavorare sulle certezze che in questo mese di lavoro abbiamo costruito”.

Bertacchi non si è espresso al meglio, su di lui la asfissiante marcatura di Calemme: “Avevamo studiato delle contromisure, se uomo marca uomo c’è uno spazio in più da sfruttare. Potevamo uscire tranquillamente con la mezz’ala opposta e poi sviluppare il gioco dall’altra parte. Nonostante la marcatura, Bertacchi è riuscito ad orchestrare la manovra, ma non credo che sia da ricercare qui la causa della sconfitta. La partita l’abbiamo persa – conclude Taurino – perché abbiamo commesso tre ingenuità clamorose pagate a caro prezzo”. 

Lorenzo FALANGONE
Nato 27 anni fa a Nardò. Dottore in Comunicazione e Giornalista pubblicista. Caporedattore di SalentoSport e reporter per PiazzaSalento. Premio "M. Campione" 2015 come miglior articolo sportivo di Puglia. Autore del libro "Per dirti ciao".

Articoli Correlati

  • casarano-logo-generica CASARANO – Per la panchina il nome caldo è quello di un ex Gallipoli

    Dopo aver comunicato l’esonero di mister Dino Bitetto, il Casarano è ormai da alcune ore al lavoro per definire la situazione legata alla nuova guida tecnica. A tal proposito, il presidente Giampiero Maci, con il direttore sportivo Marcello Pitino, secondo quanto raccolto dalla nostra redazione, sembrerebbero aver messo gli occhi su una vecchia conoscenza del calcio…

  • Serie D live SERIE D – Le retrocesse dalla Serie C, le promosse dall’Eccellenza e i gruppi di Coppa Italia Dilettanti

    A seguito dei playout giocati ieri in Serie C, tornano nel campionato di Serie D le seguenti squadre: Arzignano Valchiampo, Bisceglie, Giana Erminio, Gozzano, Pianese, Ravenna, Rende, Rieti e Rimini. Dall’Eccellenza, invece, salgono le sette migliori tra tutti i gironi: ossia: Città di Sant’Agata, Puteolana, Sestri Levante, Tre Pini Matese, Vis Nova Giussano, Saluzzo e…

  • bitetto-dino-casarano CASARANO – Ufficiale, Bitetto non sarà più l’allenatore rossazzurro

    Mister Leonardo ‘Dino’ Bitetto non sarà più l’allenatore del Casarano Calcio. Lo ha comunicato poco fa la società del presidente Giampiero Maci attraverso il proprio ufficio stampa. Bitetto rilevò, nei primi giorni dello scorso novembre, la panchina di Pasquale De Candia, esonerato dopo la sconfitta di Bitonto. L’ex Martina esordì con una vittoria per 2-1…

  • fasano-gravina-ph-dibiase171119 SERIE D/H – “Giovani D Valore”, trionfa ancora il Fasano per distacco

    Per il secondo anno consecutivo, il Fasano del patron Franco D’Amico e dell’associazione Il Fasano siamo noi vince il progetto “Giovani D Valore”, ideato dal Dipartimento Interregionale di Serie D, che premia la squadra che, per ogni girone, dà maggiore spazio agli under. Il Fasano si è aggiudicato la classifica del girone H con 1.061…

  • nardo-logo-new NARDÒ – Il Collegio di Garanzia del Coni respinge il ricorso dei granata. Donadei: “Ora al lavoro per il Tar”

    Arriva un’altra mazzata per il Nardò. Il Collegio di garanzia del Coni ha appena comunicato il rigetto dei ricorsi  riguardanti, ovviamente, l’ormai nota decisione di far retrocedere d’ufficio le ultime quattro in classifica di ogni girone di Serie D. L’amarezza del sodalizio neretino è tutto nelle parole dei legali di difesa, incaricati dall’AC Nardòm, Lucia Bianco e…