NARDÒ – Molinari subito in gol, ma non basta: passo falso granata e sorriso Altamura

nardo-altamura-seried 160918 ss

Foto: Prima del calcio di inizio (©SalentoSport.net)

Riparte come aveva terminato la scorsa stagione il Nardò. L’anno passato lo 0-2 interno con l’Altamura aveva chiuso la regular season, nel primo turno di Serie D 2018/19 passano ancora una volta i murgiani al “Giovanni Paolo II”, stavolta grazie ad un finale di 1-2. Il rigore di Molinari rimonta l’iniziale vantaggio ospite di Leonetti, nella ripresa fatale la sfortunata autorete di Aquaro.

Il Nardò, privo di Kyeremateng (e dello squalificato Taurino, in panchina il preparatore atletico Paolo Rizzo), si schiera col 3-5-2: con Molinari davanti c’è Palmisano, esordio in granata per il 2000 Centonze. Murgiani col 4-5-1, Montemurro guida la difesa, Clemente in cabina di regia e Palazzo davanti ispirato da Guadalupi, questi i riferimenti di mister De Luca.

PRIMO TEMPO – Su di un terreno di gioco sul quale è difficile intravedere fiocchi d’erba, il Toro in maglia gialla fosforescente – parte forte e dopo 2′ sfiora il gol con un tiro-cross di Versienti che mette in difficolta il portiere ospite, il classe 2000 Scarano. Al 3′ ancora il numero 7 granata che si incunea in area, dribbla Andrada e col mancino centra l’esterno della rete. Al 9′, però, è l’Altamura ad esultare: Guadalupi “taglia” il campo con un lancio in diagonale che pesca Leonetti, freddo nell’anticipare Benvenga e battere Mirarco per lo 0-1. Risposta dei padroni di casa al 25′: punizione di Benvenga fuori di un pelo. Poi si affaccia davanti nuovamente l’Altamura con un mancino di Tozzi, di poco a lato. Al 43′  la svolta: Scarano prima va a farfalle in uscita e poi ingenuamente stende Bolognese in area, per l’arbitro è rigore che Molinari trasforma per l’1-1 col quale si chiude la prima frazione.

SECONDO TEMPO – Il Toro sfiora il vantaggio al 59′ con una punizione dai 30 metri di Prinari sulla quale Scarano è provvidenziale. Poco dopo gli ospiti trovano l’1-2: lancio smarcante di Guadalupi per Gagliardi, Mirarco in uscita salva il risultato ma la sfera carambola su Aquaro che realizza una sfortunata autorete. Non irreprensibile la linea difensiva del Toro in questa circostanza. Altamura ancora pericolosa con Palazzo poco più tardi, Rizzitano (precedentemente subentrato a Mirarco) è attento. Il Nardò fatica ad imbastire manovre degne di nota e ci prova solo con un piazzato da posizione defilata di Bertacchi che termina sul fondo, a cinque minuti dal termine. Nei quattro minuti di recupero succede poco o nulla. Al “Giovanni Paolo II” termina 1-2 in favore dell’Altamura.

Nel prossimo turno i granata renderanno visita all’Andria: una sfida tra due deluse, in quanto anche gli azzurrobianchi hanno iniziato la stagione con una sconfitta (2-0 per la Gelbison).


Nardò, stadio comunale “Giovanni Paolo II”
Domenica 16 settembre 2018, ore 16.00
Serie D 2018/2019, girone H – 1ª giornata

NARDÒ-TEAM ALTAMURA 1-2
Reti: 9′ Leonetti (A), 43′ Molinari rig. (N), 67′ Aquaro aut. (A)

NARDÒ: Mirarco (72′ Rizzitano), De Pascalis (85′ Cassano), Aquaro, Versienti, Bolognese, Centonze, Benvenga, Bertacchi, Palmisano (72′ Cordella), Molinari, Prinari. A disposizione: Greco, Sene, Muci, Miccoli, Manisi, Giglio. Allenatore: Roberto Taurino (squalificato, in panchina il preparatore atletico Paolo Rizzo)

ALTAMURA: Scarano, Andrada, Vaccaro, Montemurro, Ferrante, Caldore, Leonetti (64′ Gagliardi), Clemente, Tozzi, Guadalupi (79′ Gonzales), Palazzo (86′ Di Benedetto). A disposizione: Ferrulli, Errico, Caramuta, Tedesco, Amendola, Portoghese. Allenatore: Claudio De Luca

Arbitro: Ivan Catallo (Frosinone). Assistenti: Alessio Miccoli (Lanciano) e Fabio Dell’Arciprete (Vasto)

Note – Terreno di gioco in pessime condizioni, pomeriggio soleggiato con temperatura intorno ai 29°. Ammoniti: Clemente (A). Espulsi: /. Recupero: 0’pt, 4’st.

Lorenzo FALANGONE
Nato 27 anni fa a Nardò. Dottore in Comunicazione e Giornalista pubblicista. Caporedattore di SalentoSport e reporter per PiazzaSalento. Premio "M. Campione" 2015 come miglior articolo sportivo di Puglia. Autore del libro "Per dirti ciao".

Articoli Correlati