Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

NARDÒ – Furia Taurino: “Rosso a Balistreri inspiegabile e l’arbitro…”

Sebbene la precoce espulsione rimediata da Balistreri abbia sin dal principio complicato i piani del Nardò, i granata si sono portati in vantaggio allo “Iacovone”, poi il Taranto ha ribaltato il risultato. “C’è molto rammarico per non aver potuto giocato partita alla pari – afferma il tecnico Roberto Taurinoquesto è il mio più grosso cruccio. Purtroppo l’arbitro ha deciso così e non ho capito bene il motivo del rosso comminato al mio calciatore. Balistreri e Miale hanno avuto un battibecco a distanza ed entrambi sono stati ammoniti, in seguito solo il nostro attaccante è stato espulso. Ho chiesto spiegazioni all’arbitro ma mi ha risposto che aveva altro da fare. A me non piace parlare delle direzioni arbitrali, ma ritengo che se i fischietti vogliono avere rispetto, allora devono anche darlo. Se un allenatore in maniera pacate chiede spiegazioni credo abbia tutto il diritto di riceverle”.

“Parliamo di una partita già complicata in condizioni di parità numerica – prosegue Taurino – il Taranto dispone di valori tecnici importanti. L’uomo in meno ci ha tolto la possibilità di praticare maggiore palleggio, quindi è stato per noi un match prettamente di sacrificio, interpretato bene dai miei ragazzi, che hanno concesso agli avversari il minimo sindacale. Probabilmente sui due gol incassati potevamo essere più attenti, ma c’è da fare i conti anche con la bravura dell’avversario, bravo a capitalizzare certe situazioni. Soprattutto la rete del pareggio, giunta da un cross dalla trequarti, poteva essere evitata, chiudere la prima frazione in vantaggio sarebbe stato determinante. Alla lunga giocare in dieci su un campo così grande non è semplice, nelle ripartenze ci è mancata lucidità. Gli episodi non ci favoriscono: è un momento della stagione in cui paghiamo ogni minimo errore. Dobbiamo essere perfetti se vogliamo portare a casa il bottino pieno”.

Sull’inserimento di Cavana tra i pali in luogo dell’ex Mirarco: “Alessandro fino a sabato ha accusato qualche linea di febbre, pertanto ho optato per schierare l’under in porta con un senior in più in mezzo al campo”.