NARDÒ – Foglia Manzillo lancia la sfida al Trastevere: “Non sarà come un mese fa”. Allarme infortuni rientrato

Domenica, con calcio di inizio alle ore 16, il Toro sarà impegnato a Roma per la semifinale playoff di Serie D. Sulla strada granata ci sarà il Trastevere

manzillo-foglia-nardo-d_nestola

Foto: A. Foglia Manzillo (©D. Nestola)

La più grande preoccupazione, dopo la gara interna col Francavilla in Sinni, era la situazione infortuni. Morello e Tarallo, due under classe ’97, avevano lasciato il campo anzitempo, circostanza che non poneva il tecnico Antonio Foglia Manzillo nelle migliori condizioni in vista della semifinale playoff col Trastevere. L’allarme, però, è rientrato. “È stato solo uno spavento – dichiara l’allenatore del Nardò – Morello si è aggregato col resto dei compagni già lo scorso martedì, Tarallo a scopo precauzionale per un paio di giorni ha svolto differenziato ma sono tutti a disposizione, tutti convocati”. 

Il 3-0 in favore dei romani rimediato lo scorso 13 aprile in regular season è una ferita ancora aperta: “Da un punto di vista tecnico noi abbiamo qualcosa in più di loro rispetto alla gara di un mese fa; sul piano psicologico arriviamo di slancio ai playoff, in casa loro non credo che il morale sia dei migliori, sono stati beffati dal Bisceglie sul finale del campionato. L’errore più grosso compiuto in quella sconfitta è l’ingenuità che ci ha impedito di proseguire in condizioni di parità numerica. Il Trastevere ci ha battuto sia all’andata che al ritorno e ci ha dato tredici punti di distacco, ma sono convinto che siano il frutto di un’annata intera. Le differenze, però, credo che si siano assottigliate. Il campo esprimerà l’ultimo verdetto”.

Il manto erboso può nascondere insidie: “Il sintetico tende a far innalzare le temperature – nota Foglia Manzillo – è un fattore che può fare la differenza soprattutto se si arriverà al 120′. E poi il loro campo è un po’ più piccolo rispetto al nostro. Non vorrei finisse ai supplementari, non sarebbe semplice per chi deve vincere, preferirei chiudere prima il discorso”.

I sostenitori neretini si stanno organizzando per raggiungere la Capitale: “È la mia più grossa soddisfazione. Quando sono arrivato a Nardò, al di là degli zero punti in classifica, il morale era sotto i tacchi, la tifoseria era demotivata. Tanta gente si sta mobilitando per raggiungere Roma e ci auguriamo – conclude Foglia Manzillo – di regalare ai nostri tifosi un gran bel risultato”.

Lorenzo FALANGONE
Nato 27 anni fa a Nardò. Dottore in Comunicazione e Giornalista pubblicista. Caporedattore di SalentoSport e reporter per PiazzaSalento. Premio "M. Campione" 2015 come miglior articolo sportivo di Puglia. Autore del libro "Per dirti ciao".

Articoli Correlati