NARDÒ – Corvino, sempre lui: “Vittoria di cuore. Ma se non vinciamo anche col Potenza…”

E’ ancora una volta decisivo, anima e cuore di un Toro che non si rassegna ai playout. Vincenzo Corvino si presenta raggiante dinanzi ai microfoni, a margine della vittoria con la Battipagliese. E il bomber di Caprarica non fa nulla per nascondere la sua contentezza: “Gli occhi lucidi per la felicità a fine partita sono eloquenti. Volevamo a tutti i costi questa vittoria che è importante come il pane, questa gara per noi era l’ultima spiaggia. Abbiamo giocato bene e siamo stati sfortunati ad andare subito sotto, con quello che è stato uno dei pochi tiri in porta degli avversari. Nel finale eravamo stremati perché il caldo si è fatto molto sentire e abbiamo dato il massimo nel corso dei 90 minuti”.

Bellissimo il suo sigillo su calcio piazzato che ha sorpreso il portiere ospite Carotenuto: “Fino all’ultimo secondo avevo intenzione di tirarla a giro sopra la barriera, poi ho visto il portiere che mi sembrava convinto di andare a coprire il primo palo e ho deciso di metterla sul palo lungo. E’ il mio dodicesimo gol, diciassettesimo totale in maglia granata. Sono contentissimo”.

La corsa alla salvezza non finisce qui: “Tra il primo e il secondo tempo, nello spogliatoio, eravamo convinti di centrare il massimo risultato. Erano due mesi che non vincevamo, ci voleva per noi e per i tifosi. Se non facciamo risultato a Potenza la vittoria con la Battipagliese non vale niente. Sappiamo che ci aspettano due battaglie e siamo pronti a combattere per evitare i playout”.

Lorenzo FALANGONE
Nato 27 anni fa a Nardò. Dottore in Comunicazione e Giornalista pubblicista. Caporedattore di SalentoSport e reporter per PiazzaSalento. Premio "M. Campione" 2015 come miglior articolo sportivo di Puglia. Autore del libro "Per dirti ciao".

Articoli Correlati