Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

NARDÒ – Ciullo: “Mi prendo le mie responsabilità”, Donadei: “Faremo delle valutazioni, bisogna individuare il problema”

La quarta sconfitta stagionale del Nardò, arrivata con la squadra in vantaggio sino a un quarto d’ora dal termine, porterà la società granata ad una profonda riflessione per individuare il problema che blocca il gruppo granata allenato da mister Totò Ciullo.

Lo ha affermato ieri, in conferenza stampa, il presidente del Toro, Salvatore Donadei: “Ho visto un buon Nardò, così come nella gara contro il Bisceglie e contrariamente alle gare contro Casarano, Nola, Gravina. L’ho sempre detto chiaramente. La Casertana ha avuto il merito – qualcun altro potrebbe dire la fortuna – di aver portato a casa i tre punti facendo due mezzi tiri. Sono una grande squadra e possono vincere il campionato. Quello che mi preoccupa è il crollo della squadra alla prima disavventura. Può capitare che ci sia un errore individuale, ma è una cosa molto grave se questo crollo si ripete così spesso. Dobbiamo capire in fretta, in modo lucido e responsabile, che tipo di problema c’è. Grazie a mister Maiuri per i complimenti, ma non ce ne facciamo nulla. Abbiamo sfiorato il 2-0, eravamo in totale controllo, poi alla prima disattenzione crolliamo. Non va bene e vogliamo capire cosa non va. Siamo ancora convinti di avere una buonissima squadra e se ci sarà bisogno, non abbiamo problemi a intervenire sul mercato per rivoluzionare la squadra, perchè, a mio avviso, questa è già una squadra che può migliorare l’ottavo posto dello scorso anno. Faremo le nostre riflessioni, siamo tutti molto delusi e amareggiati. I risultati sono sempre la sintesi di tante cose. Ognuno si deve assumere le sue responsabilità. C’è sempre il discorso under che condiziona tutti gli allenatori, ma quando una squadra crolla così, è un fatto complessivo che riguarda tutto il clima della squadra e non solo uno o due elementi. Grazie ai tifosi, non so quale altro pubblico farebbe tutto questo in Serie D, sono la parte migliore e positiva di tutto il giocattolo Nardò. Ripeto, per me questa è una squadra già molto forte, poi con la società vedremo di riuscire a individuare il problema principale”.

Ciullo, in conferenza stampa, aveva evidenziato che l’infortunio di Dorini lo aveva costretto a rivoluzionare tatticamente la squadra, avendo a disposizione un solo 2003 in panchina: “In quattro minuti abbiamo perso una gara che avevamo in pugno. Mi prendo sempre le mie responsabilità ed è giusto che la società faccia le sue valutazioni. Non abbiamo demeritato, contro una grande squadra, e abbiamo fatto una grande gara”.