L’INTERVISTA – Parola agli esperti, parla Rizzo (prep. atl. Bitonto): “I miei consigli per mantenersi in forma da casa”

“L’attività fisica e la corretta nutrizione rivestono, o meglio dovrebbero rivestire, un ruolo primario nello stile di vita di tutti giorni come forma essenziale di prevenzione“

rizzo-paolo-ph-anna-verriello

Foto: P. Rizzo (@A. Verriello)

Un momento difficile per tutta la nazione, ma anche abbastanza anomalo e complesso da gestire per ciò che riguarda il mondo del calcio. Una situazione assolutamente inimmaginabile e delicata anche e soprattutto nella gestione. In questi giorni, in attesa di ritornare a parlare di calcio giocato, un ruolo fondamentale lo stanno svolgendo i preparatori atletici, costretti a navigare a vista provando a tenere alta una condizione fisica dei propri calciatori, nonostante le ormai note restrizioni. Un compito non semplice, con la ripresa che ad oggi non appare nemmeno all’orizzonte. In esclusiva per SalentoSport abbiamo raccolto le impressioni del professor Paolo Rizzo, protagonista dietro le quinte del Bitonto dei record.

“Questo è senza dubbio un periodo abbastanza anomalo e particolare – racconta Rizzo -,  perchè giustamente si naviga a vista e il non avere eventuali date per un possibile rientro rende la programmazione deficitaria. Dal canto nostro, come staff tecnico, medico e dirigenziale siamo quotidianamente a stretto contatto con i ragazzi che, anche in questa occasione, si stanno mostrando estremamente responsabili e professionali. Da un punto di vista atletico i ragazzi hanno dei programmi strutturati in base alla loro attrezzatura e spazi a disposizione per l’allenamento quotidiano in modo da renderlo il più efficace possibile. Abbiamo cercato di mantenere metodi e contenuti che fossero quanto più fedeli possibili a ciò che abbiamo sviluppato in questi mesi – prosegue l’ex Gallipoli e Nardò -, senza stravolgere nulla ma compatibilmente con le restrizioni imposte. Il focus dei programmi da svolgere è sulla fondamentale capacità di  mantenere adeguati livelli di forza, mentre da un punto di vista metabolico è opportuno non perdere gli adattamenti legati all’alta intensità. Stiamo continuando a monitorare inoltre la situazione anche da un punto di vista nutrizionale, con linee guida indispensabili anche in questo momento di necessità. In previsione di un eventuale rientro, programmeremo la ripresa continuando a lavorare come abbiamo sempre fatto, senza stravolgere la metodologia di questi mesi”.

In questo lungo periodo di quarantena, tra serie Tv, divano e qualche nuova ricetta, il professor Rizzo ritiene fondamentale il riuscire a ritagliarsi un piccolo spazio per un po’ di attività fisica, abbinata anche ad un sano e corretto stile alimentare: “L’attività fisica e la corretta nutrizione rivestono, o meglio dovrebbero rivestire, un ruolo primario nello stile di vita di tutti giorni come forma essenziale di prevenzione. In questi giorni sarebbe opportuno dedicare anche 45 minuti all’attività fisicarimarca Rizzo -, sempre compatibilmente con le restrizioni e le basilari norme di senso civico, con innumerevoli benefici per il sistema immunitario. Non ci sono protocolli o esercizi particolari, ma il web in questo periodo può essere un nostro alleato con innumerevoli video di ‘home workout prestando però attenzione che siano adeguati al proprio livello.  Inoltre, nonostante la tentazione di occupare il proprio tempo ai fornelli, sarebbe opportuno avere un regime alimentare controllato con un corretto apporto di macro e micro nutrienti senza eccessivi sgarri,  sperando – conclude – di tornare alla quotidianità in maniera più consapevole e più in forma”.

Davide BOELLIS
Diplomato presso il Liceo Socio Psico Pedagocico. Praticante giornalista pubblicista. Nel 2012 partecipa alla quarta edizione di "Giornalista per un giorno - Sergio Vantaggiato". Nell'aprile 2012 inizia a collaborare con la testata colpoditaccoweb.it. Dal settembre 2012 passa nella squadra di SalentoSport.

Articoli Correlati