GROTTAGLIE – Lenti-D’Angelo: la salvezza è nel finale

Il Grottaglie festeggia il suo cinquantesimo anno di vita con la salvezza e vede allungare la sua striscia di presenze in Serie D. Pubblico delle grandi occasioni, nonostante i dissapori con la dirigenza: la posta in palio è troppo importante. Per l'occasione mister Pizzonìa deve rinunciare a D'Urso, mentre mister Montalbano recupera Leccese.

I tarantini partono subito forte con De Angelis che sfrutta in passaggio in profondità ma la difesa libera usando le maniere forti: l'arbitro lascia passare. I campani agiscono di rimessa e si fanno vivi dalle parti di Laghezza con una combinazione veloce Polichetti – Longo – Polichetti: solo il fuorigioco salva i grottagliesi. Al 12' la doccia fredda: un cross apparentemente innocuo dalla destra, ad opera di D'Andria, viene toccato da D'Angelo che mette fuori causa il suo portiere. L'arbitro non convalida, ma il suo secondo assistente corre verso il centrocampo, a segnalare la validità della marcatura.

Il Grottaglie reagisce immediatamente. Al 17' Cristofaro serve una bella palla in profondità per De Angelis che viene contrastato con veemenza in area di rigore. Per il fischietto siciliano, il rigore è giusto. Della battuta s'incarica lo stesso De Angelis che tira debole e centrale, per la facile parata di Montalbano. Il Real, forte del vantaggio, si concentra sulla parte difensiva affidandosi alle veloci ripartenze dell'ottimo Di Bonito. Per il Grottaglie gli spazi sono pochi e, senza un adeguato movimento nel reparto avanzato, il gioco non decolla. Al 23' altro episodio favorevole ai tarantini: il campano Nucera si rende colpevole dell'ennesimo fallo da giallo, guadagnando anticipatamente gli spogliatoi. Il mister campano decide di sostituire Longo con Caraviello, coprendosi le spalle.

Nonostante la superiorità numerica, il Grottaglie non riesce a pareggiare i conti, dovendo fare i conti con l'imprecisione dei suoi attaccanti e con le ottime azioni difensive dei rossoneri, saggiamente gestite da Leccese e compagni. Gli ultimi dieci minuti il Grottaglie preme. Tocca prima alla coppia Scalese – De Angelis fare i conti con Leccese. Poi è Luzzi (uno dei migliori in campo) a provarci dalla distanza: palla alta di poco. Ancora Cristofaro da fuori area: palla ancora alta. Allo scadere, D'Arcante pennella sul secondo palo un invitante pallone per D'Angelo. Il terzino realizza, ma l'arbitro annulla su segnalazione giusta del suo primo assistente.

Nel secondo tempo, mister Pizzonìa cambia modulo. Fuori Cantoro per Lenti e dentro Lucà per D'Arcante: difesa a tre e schieramento decisamente offensivo. Partono subito forte i tarantini che in dieci minuti creano ben quattro palle gol ma prima Cristofaro pecca di precisione. Poi è il portiere campano a salvare il risultato in tre occasioni. Al 18' Lenti manda in visibilio il "D'Amuri" con un tiro forte, preciso e angolato che finisce alle spalle dell'incolpevole Montalbano. Ristabilita la parità, i ragazzi di mister Pizzonìa provano il sorpasso. Ancora Lenti sugli scudi: il suo cross preciso viene deviato in angolo da Di Napoli. L'azione seguente di calcio d'angolo non porta frutti, ma solo l'ennesima conclusione fuori dallo specchio. Al 27' combinazione veloce su calcio di punizione: Pinto spreca da buona posizione.

Alla mezz'ora si fa vivo il Nocera con il neo entrato Vitiello: l'azione produce un calcio d'angolo che i campani non capitalizzano. Ultimo quarto d'ora arrembante dei biancoazzurri: prima Salvestroni e poi Luzzi provano la via della rete, senza fortuna. Il gol liberazione arriva quasi allo scadere e porta la firma di D'Angelo che, in mischia, trova il tempo e lo spazio per beffare i campani e far urlare di gioia i presenti. Ultimi minuti disperati per i campani che, come per tutta la partita, non creano pericoli alla porta difesa da Laghezza, retrocedendo in Eccellenza.

***

GROTTAGLIE – REAL NOCERA 2-1

GROTTAGLIE: Laghezza, D'Angelo, Pinto, Luzzi, Cantoro (1' st Lenti), Mitrotti, Cristofaro, Salvestrone, De Angelis, Scalese, (38' st Riccardi), D'Arcante (1' st Lucà). All. Pizzonìa.
R. NOCERA: Montalbano A., Bove, Di Napoli, Polichetti (28'st Vitiello), Nucera, Leccese, Longo (23' pt Caraviello), Carullo, Di Bonito, D'Andria, Coppola. All. Montalbano G.
Arbitro: Lacagnina di Caltanissetta
Reti: 12'pt aut. D'Angelo (RN), 18'st Lenti (G), 42'st D'Angelo (G)
Note: 23' Espulso Nucera (RN)

Umberto NARDELLA
Nato nel 1976, sposato, lavora nel team IT di una multinazionale americana. Scrive per SalentoSport da diversi anni ed è uno sportivo, nel senso che gli piace vedere gente che fa sport. Innamorato da sempre del calcio, sin da piccolo è stato affascinato dai campi polverosi di paesini sconosciuti. Ogni domenica è buona per andare a vedere una partita di calcio, rigorosamente dilettante.
http://www.salentosport.net

Articoli Correlati