Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

SERIE D/H – Taranto-Brindisi, il doppio ex Ciullo: “Bel derby ma indecifrabile. Casarano favorita del girone”. Sul suo futuro e sulla crisi dei dilettanti…

In vista del derby di domenica tra Taranto e Brindisi, abbiamo ascoltato un doppio ex: mister Salvatore Ciullo. Il tecnico ha allenato per tre anni i biancoazzurri ed un anno i rossoblù in Lega Pro. Queste le sue dichiarazioni, rilasciate ai nostri microfoni.

Mister lei è un doppio ex, che ricordi ha delle due piazze?

“Dopo essere stato tre anni a Brindisi, sono molto legato alla città adriatica e alla sua tifoseria. Per quanto riguarda Taranto, per me è stato un grande onore allenare nella città dei due mari. Poi magari i risultati sul campo non sono arrivati, ma ho un buon ricordo anche dei tifosi rossoblù”.

Che partita si aspetta domenica?

“Entrambe arrivano da una lunga pausa, queste partite sono con il punto interrogativo. Sotto l’aspetto dei risultati: il Brindisi ha ottenuto quattro vittorie su cinque, mentre il Taranto ha perso il suo ultimo match in casa con il Sorrento. Da una parte c’è la volontà di riscattarsi subito e dall’altra quella di continuare a fare risultato. Sarà un bel match”.

In questo girone H, chi è la favorita alla vittoria?

“Secondo me la squadra favorita è il Casarano. I rossoazzurri hanno un organico completo in tutti i settori, sono la compagine da battere. Il girone però è molto difficile, ci sono anche formazioni molto competitive come Bitonto, Picerno e Taranto. Perciò ci saranno sempre quelle sei che si contenderanno la vittoria”.

Lei mister al momento non ha squadra, in questi giorni si è mosso qualcosa?

“Ancora poco, prima c’è stato qualcosa, ma adesso no. Questa pausa ha congelato tutto, vedremo con il prosieguo della stagione”.

Le sorti del calcio dilettantistico sono veramente indecifrabili, lei come vede questa situazione?

“Si sta andando avanti con grandissimi sacrifici e bisogna fare i complimenti a tutti i club. Le società stanno soffrendo, giocare senza pubblico rappresenta un grosso problema. Speriamo di uscire al quanto prima da questa situazione”.