Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

NARDÒ – Foglia Manzillo: “In campo per giocarsela alla pari contro tutti. Nocerina avversario importante”

Dopo otto risultati utili consecutivi impreziositi dal pareggio di domenica scorsa contro il Taranto, domani il Nardò se la vederà contro la Nocerina, in quello che risulta essere a tutti gli effetti un delicatissimo scontro salvezza: “Quella contro la Nocerina –racconta in sala stampa mister Foglia Manzillo -, è una gara ancora più importante del derby di domenica scorsa. Vincere contro il Taranto sarebbe significato portare a casa un successo di prestigio, mentre quello di domenica sarà uno scontro diretto, in cui i punti varranno doppio. Speriamo di riuscire a prolungare questa striscia positiva, perchè la classifica non è ancora delle migliori. 
Rispetto alla sfida di domenica scorsa – prosegue il tecnico granata – ci saranno sicuramente delle novità di formazione, considerando che vista la regola degli under, questo diventa quasi fisiologico, poichè lo spostamento di un giovane, comporta anche il cambio di qualche over nello scacchiere tattico”.

Nella gara d’andata per il Nardò era arrivata una sconfitta di misura, con uno sconforto generale che si aggirava in tutto l’ambiente neretino, oggi però le cose sembrano essere decisamente cambiate: “Sarà una gara differente rispetto a quella d’andata – analizza l’ex Campobasso -, con il Nardò che è riuscito a colmare sia il gap tecnico che quello psicologico. Prima quando andavamo in svantaggio non riuscivamo più a raddrizzare la contesa, mentre ora i ragazzi dimostrano sempre maggiore consapevolezza; questa è una squadra che ha la possibilità di giocarsela alla pari contro qualsiasi tipo di avversario e tutto ciò è stato confermato anche domenica, quando i ragazzi hanno ottenuto un pareggio meritato affrontando una squadra che vanta in rosa calciatori di assoluto livello. Domenica affronteremo comunque  una formazione che vanta una rosa  importante; la Nocerina arriva a questa partita con tutti gli effettivi a disposizione e  con un ambiente certamente caldo, in una sfida – conclude Foglia Manzillo – che loro hanno presentato come quella della vita“.