[ESCLUSIVA SS] NARDÒ – Febbraro carica la truppa: “Testa, cuore e cinismo. Così vinciamo e ci salviamo…”

A poche ore da Nardò-Sant’Antonio Abate, partita della vita per i granata, il difensore Carmelo Febbraro, in esclusiva per SalentoSport, carica la sua truppa alla ricerca dell’ultimo sforzo salvezza.

Carmelo, a Potenza avete centrato l’obiettivo tre punti in una gara che comunque nascondeva insidie…

“Sì, sapevamo che non sarebbe stata una partita facile, perché non è mai semplice giocare contro una squadra che non ha niente da perdere. Poi, oltretutto, il Potenza è una squadra composta da giovani che fa della corsa il suo punto di forza per metterci in difficoltà. Per fortuna siamo riusciti a chiudere il match dopo pochi minuto, poi abbiamo gestito bene la reazione degli avversari e combattuto anche contro il caldo. Avevamo troppa necessità di vincere”.

E’ arrivata la seconda gioia personale della stagione. Sintomo che il lavoro paga: non ti sei abbattuto nei momenti difficili, quando eri fuori, e ora ti godi le meritate soddisfazioni…

“Non è stata una stagione facile. Ho dovuto aspettare per molto tempo il mio turno. Da parte mia ho sempre cercato di allenarmi bene, quando sono stato chiamato in causa ho dato il mio meglio. Sono riuscito a togliermi delle soddisfazioni segnando, proprio a Potenza, il mio secondo gol stagionale. Sono contento per me e per la squadra, visto che avevamo estremo bisogno di portare a casa i tre punti”.

Ora arriva però il momento chiave della stagione: domenica ospite al “Giovanni Paolo II” sarà il Sant’Antonio Abate. Quali sono le armi che dovrete mettere in campo per guadagnare i tre punti che significherebbero salvezza matematica?

“Adesso arriva il vero momento cruciale della stagione, ci giochiamo tutto. Sappiamo che domenica sarà una gara tosta, ma siamo molto convinti, consapevoli dell’importanza della partita. Per vincere dovremo mettere in campo tutto quello che abbiamo. Non bisogna commettere ingenuità dal punto di vista tattico, essere cinici sotto porta sfruttando ogni minima occasione. Stiamo bene mentalmente e vogliamo dimostrarlo, gestendo anche le risorse a nostra disposizione considerando il gran caldo. Sono sicuro che non falliremo”.

Lorenzo FALANGONE
Nato 27 anni fa a Nardò. Dottore in Comunicazione e Giornalista pubblicista. Caporedattore di SalentoSport e reporter per PiazzaSalento. Premio "M. Campione" 2015 come miglior articolo sportivo di Puglia. Autore del libro "Per dirti ciao".

Articoli Correlati