Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

CASARANO – Lavello corsaro al “Capozza”: i lucani ribaltano il risultato e scavalcano le Serpi

Ancora un passo falso del Casarano. Il Lavello di mister Karel Zeman ribalta lo svantaggio iniziale e portano a casa i tre punti al cospetto di una squadra, quella di Nevio Orlandi, che non ha demeritato, ma che paga le numerose occasioni sprecate.

Il Casarano parte subito in avanti, confezionando diverse azioni da gol nel primo quarto d’ora. Al 5’ Sansone entra in area dalla sinistra e calcia in porta: tiro alto sopra la traversa. Al 9’ Rodriguez su cross da destra manda direttamente sul fondo. Ci riprova al minuto successivo, di testa, con la sfera fuori di un soffio. Poco dopo Sansone calcia a lato per due volte in un paio di minuti. Al 12’ Mincica riceve la palla sotto porta, ma il furetto siciliano non riesce a coordinarsi. Si gioca a ritmi alti. Il Casarano spinge e il Lavello attende il momento giusto per pungere, senza però riuscire a rendersi pericoloso. Negli ultimi dieci minuti del primo tempo, l’intensità cala. Allo scadere, i padroni di casa rischiano la beffa con un colpo di testa da distanza ravvicinata di Burzio, respinto da Pitarresi. Si va al riposo sul parziale di 0-0.

Riparte bene la formazione ospite che, al 47’, si fa vedere in avanti con un’azione insistita che termina con un tiro alto dal limite di Herrera. Al 52’ Feola conquista palla sui 30 metri, i compagni gli fanno spazio, giunge al limite e da posizione centrale calcia in porta: palla a lato di poco. Al 59’ Sansone viene atterrato in area. Il direttore di gara ravvisa gli estremi per il calcio di rigore. Si incarica di battere Rodriguez che spiazza il numero uno ospite. Il Lavello pareggia i conti al 62’ con Longo, che al 63’ ci riprova dalla distanza mandando di poco fuori. Gli ospiti prendono campo e fiducia e al 66’ capovolgono il risultato, a conclusione di un’azione rapidissima finalizzata da Burzio. Il Casarano non ci sta. Al 73’ punizione dai 25 metri, da posizione centrale, pennellata di Sansone che lascia di sasso Carella. Al 77’ Sansone da fuori area sfiora la doppietta personale, mandando a fil di palo. I ritmi tornano alti e le due formazioni di affrontano a viso aperto. All’82’ triangolazione tra Rodriguez e Santoro con quest’ultimo che, spalle alla porta, si gira e calcia, ma l’estremo difensore ospite è ben piazzato e blocca in due tempi. All’87’ gran gol di Burzio lasciato solo in area: stacco perentorio e di testa indirizza sul palo opposto. Nei minuti di recupero da registrare solo un contropiede del Lavello, con Herrera che giunge al limite e lascia partire un tiro che però va direttamente fuori.

Il Lavello espugna il “Capozza” e scavalca il Casarano, che domenica dovrà affrontare un’altra gara delicatissima, in trasferta contro il Picerno.

IL TABELLINO

Casarano, stadio “G. Capozza”
domenica 11 maggio 2021, ore 16
Serie D girone H 2020/21 – giornata n. 29

CASARANO-LAVELLO 2-3
RETI: 60’ Rodriguez rig. (C), 62’ Longo (L), 66’ e 87’ Burzio (L), Sansone 73’ (C)

CASARANO: Pitarresi, Argento, Quacquarelli (54’ Pagliai), Atteo (74’ Santoro), Longhi (68’ Lobjanidze), Mattera, Feola, Giacomarro, Rodriguez,  Mincica (70’ Negro), Sansone (85’ Ficara). A disp.: Guido, D’Andria, Tascone, Favetta. All.: Orlandi.

LAVELLO: Carretta, Dell’Orfanello, Vitofrancesco, Longo, Migliorini (51’ Tuttisanti), Burzio, Herrera, Militano (79’ Esposito), Corna, Garcia, Marotta (46’ Liurni). A disp.: Franetovic, Navarra, D’Italia, Barbara, Esposito, Tavarone, Del Grosso. All.: Zeman.

ARBITRO: Domenico Mirabella della sezione di Napoli. ASSISTENTI: Giacomo Bianchi di Pistoia e Federico Linari di Firenze

NOTE: Cielo sereno. Temperatura: 25 gradi. Terreno in buone condizioni. Ammoniti: Herrera, Garcia (L), Giacomarro, Feola, Sansone, Mincica (C). Espulsi: nessuno. Recupero: 1’ pt, 5’ st.

QUI RISULTATI E CLASSIFICA

(foto: ©SalentoSport)