Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

in foto: G. Costantino

CASARANO – Costantino: “Con la Puteolana dovevamo vincere”. Strambelli: “Reagire subito”

Non è soddisfatto mister Costantino per il pareggio casalingo del Casarano con l’ultima della classe Puteolana.

“È normale non essere soddisfatti, perché abbiamo pareggiato – dice il tecnico rossoazzurro – una partita che potevamo vincere. Abbiamo dominato il primo tempo e abbiamo subito gol per un errore. Peccato, perché dopo un primo tempo del genere, bisognava stare 2-0. Il resto non mi interessa. Abbiamo giocatori di esperienza e qualità per superare questi momenti. È chiaro che 4 punti in 5 partite non mi soddisfano affatto e questo mi dà molto fastidio. Oggi dovevamo vincere, non l’abbiamo fatto. Nel secondo tempo ci siamo complicati la vita da soli. Ora, dobbiamo solo pensare a noi stessi a quello che bisognava fare”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Strambelli.

“Mi spiace per il risultato e per il momento negativo – dichiara il fantasista – speriamo di riprenderci presto. Immaginavamo che qualche squadra avrebbe toppato. Volevamo la vittoria, perché potevamo rosicchiare qualche punto alle prime. Ogni domenica è dura, è una battaglia, la stessa Puteolana che, pur non meritando quella classifica, è ultima in classifica. Dobbiamo uscirne subito. Bisogna lavorare. Siamo un gruppo unito, tra di noi stiamo bene, dobbiamo analizzare quello che non va e cercare in tutti i modi di fare risultato pieno domenica prossima”.

A chi evidenzia un utilizzo eccessivo dei lanci lunghi a scavalcare il centrocampo, Strambelli replica dicendo che “a volte superiamo il centrocampo con un passaggio, perché sappiamo che d’avanti possiamo contare su attaccanti validi e andiamo alla ricerca della giocata”.

“Dobbiamo fare di più – aggiunge Strambelliperché Casarano deve stare nelle posizioni alte, ma non lo dico tanto per dire, ma perché è la realtà. Casarano merita un campionato diverso, lo merita la società, lo meritano i tifosi. Ogni domenica è difficile, a noi oggi non importa chi incontriamo, possiamo incontrare qualsiasi squadra, ma dobbiamo lottare con il piglio gusto e raccogliere quello che meritiamo, perché lavoriamo tanto, ma evidentemente non basta. Dobbiamo lavorare di più. Siamo a cinque punti dalla vetta. Non è facile. Sappiamo che ci sono squadre attrezzate. Sapevamo che ci sarebbero stati dei risultati negativi, ma il campionato è lungo e domenica dobbiamo andare a prenderci questi tre punti, senza se e senza ma”.