Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

in foto: Casarano-Gravina prima dell'inizio
copyright: SalentoSport

CASARANO – Citro e Rajkovic stendono il Gravina, ritorna la vittoria al “Capozza”

Bastano due gol al Casarano per regolare la pratica Gravina.

I giocatori scendono in campo sulle note di un brano degli Alla Bua, in memoria di Gigi Toma, storico tifoso del Casarano e leader del famoso gruppo di musica popolare, venuto a mancare ieri. Capitan Citro va a deporre un mazzo di fiori ai piedi della Curva Nord, poi, dopo un minuto di silenzio, il direttore di gara dà il via alle ostilità.

Al 6’ Gambino serve Citro praticamente a due metri dalla linea della porta avversaria, ma al momento della conclusione si fa anticipare dal Schulz. Al 9’ rischia il Casarano: Pucci smanaccia in area, la sfera rimbalza sulla schiena di Celli e termina sul fondo a poca distanza dal palo alla sinistra del portiere di casa. Al 14’ Citro per Rajkovic, messo a tu per tu con l’estremo difensore ospite, che è bravissimo a sventare il pericolo. Al 18’, Gravina in avanti: Da Silva di testa lambisce il palo alla destra di Pucci. Alla mezz’ora Cerutti viene atterrato al limite. Calcio di punizione per i padroni di casa. Si incarica di battere Citro, la cui conclusione sfiora il palo vicino, dando l’illusione del gol. Al 34’ bellissima azione del Casarano, con Perez che entra in area dalla sinistra e serve Citro dall’altra parte. Il capitano controlla e calcia di destro, con Schulz che è ancora una volta determinante, alzando la palla quel tanto che basta per mandarla sopra la traversa. Il gol è nell’aria e giunge poco dopo. Al 38’ Perez si guadagna un calcio di rigore, per atterramento in area da parte di De Gol. Batte e realizza Citro, che spiazza il portiere ospite. Nei minuti di recupero aumenta la pressione del Casarano, con tre calci d’angolo collezionati in appena 120 secondi, ma il risultato non cambia. Si va negli spogliatoi sul parziale di 1-0 per rossoazzurri.

SI torna in campo, ma non c’è tempo perché le lancette facciano due giri e il Casarano raddoppia. Errore della retroguardia gravinese, con un difensore che svirgola il rinvio, la palla finisce a Rajkovic che vede il portiere fuori dai pali e dai trenta metri mette dentro scavalcando Schulz.

Al 50’ il Gravina prova a reagire con un tiro insidioso di Da Silva, messo in angolo da un miracoloso intervento di Pucci. Al 60’ Coppola ci prova dal limite. La conclusione è potente, ma centrale. Al 69’ è di nuovo Coppola a rendersi pericoloso con un calcio di punizione da posizione insidiosa. Buona l’esecuzione, ma ancora una volta è bravo Pucci a respingere con i pugni. Al 73’ bellissimo gesto tecnico di Staucic che in mezza rovesciata mette alto un pallone servito da Deiana. Al 75’ Perez viene messo a tu per tu con Schulz che però non si fa ingannare e devia in angolo la conclusione della punta rossoazzurra. All’82’ Pucci smanaccia in angolo un tiro cross dei gialloblu.

Domenica prossima si gioca nuovamente in casa. A far visita al Casarano, sul manto erboso del “Capozza”, sarà il Martina, la matricola terribile al momento al secondo posto della classifica.

—-

IL TABELLINO

Casarano, Stadio “G. Capozza”
domenica 18 febbraio 2024, ore 14.30
Serie D/H 2023/24, giornata 23

CASARANO-GRAVINA 2-0
RETI: rig. 39’ Citro, 47′ Rajkovic

CASARANO: Pucci, Nunez, Giannini, Cerutti (80’ Dalena), Perez (85’ Gjonaj), Rajkovic (70’ Legittimo), Citro (58’ Versienti), Celli, Guastamacchia, Marconato, Gambino (76’ Diop). A disp.: Carotenuto, Falcone, Pedalino, Corvino. All. Laterza.

GRAVINA: Shulz, Pantano, Chiaradia (61’ Staucic), Lauria (54’ Coppola), De Gol (54’ Quaranta), Fustar, De Min (37’ Orlando), Corigliano, Da Silva, Deiana, Curvino (54’ Daddario). A disp.: Vlascenu, Murtas, Orlando, Bodul, Morale. All. Infantino.

ARBITRO: Saverio Esposito della sezione di Bergamo. Assistenti: Giovanni Ciannarella della sezione di Napoli e Davide Elisio della sezione di Stabia.

NOTE: Cielo sereno. Temperatura: 16 gradi. Ammoniti: 20’ Celli (C), 38’ De Gol (38’), 42’ Lauria (G), 65’ Perez (C). Espulsi: -. Recupero: 2’ pt; 5’ st.

RISULTATI E CLASSIFICA