Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

CASARANO – Bonaffini: “Felice di rimanere, ma…”

CASARANO – Bocche cucite in casa rossazzurra. Il futuro è davvero un'incognita e nessuno parla o azzarda ipotesi. Il patron Paride De Masi è all'estero per lavoro e solo al suo rientro si capirà quale sarà il destino della Virtus Casarano. Una delle colonne degli ultimi anni è stato sicuramente il centrocampista Alessandro Bonaffini che analizza il momento e le sue prospettive.

Bonaffini, novità dalla Virtus?
"No, non si è fatto sentire nessuno per ora. Di certo, non posso restare fermo e mi sto guardando intorno anche perchè non so se il futuro del Casarano sarà ottimale o meno".

Ha già ricevuto richieste per la prossima stagione?
"Qualche chiamata l'ho ricevuta ma non voglio sbilanciarmi fino a quando non c'è qualcosa di veramente concreto. Squadre professionistiche? Anche".

E il Casarano?
"Casarano rimane sempre la mia priorità se ci fosse un buon progetto. Di sicuro, non mi andrebbe di vivere un'annata come quella passata dove è mancata, a mio avviso, una buona organizzazione. Altrimenti, valuterei altre alternative".

Cosa vuol dire quando sostiene che è mancata una buona organizzazione?
"Tante cose. A cominciare dalla non stabilità della società, poi un mercato che non ha portato i frutti sperati. La stagione non è nata sotto una buona stella con i problemi societari già in ritiro. Tante cose che hanno avuto ripercussioni sulla squadra che invece doveva assemblarsi. La società è rimasta un po' lontana dalla squadra nel momento in cui, magari, bisognava essere tutti uniti",

Fino a quando aspetterà una chiamata dalla Virtus?
"Sono sereno. Valuterò tutto quanto e cosa è meglio per me e la mia carriera. Poi, deciderò".

Certo, tre anni a Casarano non si dimenticano facilmente, vero?
"No, sono stati tre bellissimi. Mi sono trovato benissimo con la città e le persone. Non mi dispiacerebbe rimanere un altro anno ancora, anzi, ne sarei felice".