Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

BRINDISI – La società biancazzurra chiede attenzione: nel mirino decisioni e designazioni arbitrali

Alcune decisioni arbitrali, con relative sanzioni da parte del Giudice sportivo di Serie D, e le designazioni per il prosismo turno non sono assolutamente piaciute al Brindisi ed al proprio numero uno, Antonio Flora, il quale, attraverso un comunicato ufficiale, integralmente riportato di seguito, esprime, nei confronti del mondo arbitrale, una richiesta di maggiore attenzione nei confronti della compagine biancazzurra.

Il presidente, Dott. Antonio Flora, nel ribadire l’impegno a portare a termine in qualunque situazione l’attuale entusiasmante torneo, senza modifica alcuna, se non migliorativa, all’organico dei calciatori e fidando nel supporto costante e appassionato della tifoseria brindisina, deve esprimere a nome della Ssd Calcio Città di Brindisi il proprio rammarico nel constatare la mancanza di attenzione dell’Aia al prestigio della città e della squadra del Brindisi. Infatti, dopo le tre giornate di squalifica ingiustamente inflitte la scorsa domenica al capocannoniere Giuseppe Gambino, nonostante le immagini televisive abbiano chiaramente dimostrato il contrario, e dopo la clamorosa svista in occasione della gara Brindisi – Gladiator, dell’assistente Sig. Santo Burgi della sezione di Matera per non aver segnalato un evidente fallo di rigore (episodio documentato dalle immagini), anche per la prossima gara, Manfredonia – Brindisi, sono stati designati ben due assistenti di Matera con evidente mancata valutazione da parte dell’Organo Federale della posizione in classifica del Matera Calcio rispetto la nostra squadra. Si richiama, pertanto, l’Organo Federale suddetto ad una maggiore attenzione alle designazioni ai fini di un equilibrato e corretto svolgimento di questo appassionato torneo.