Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

BRINDISI – Calcioscommesse, arrivano i deferimenti per gli ex dirigenti biancazzurri

Procedono le indagini della giustizia sportiva sugli ultimi casi di calcioscommesse nel campionato di Serie D e arrivano i primi deferimenti per il Brindisi. I provvedimenti riguardano le partite Brindisi-San Severo 2-1 del 30 novembre 2014 e Pomigliano-Brindisi 1-4 del 14 novembre 2014 e sono stati notificati all’ex patron Antonio Flora, al suo vice e figlio Giorgio, all’ex dirigente Vito Morisco e all’ex consulente per il mercato Savino Daleno.

Per Brindisi-San Severo è stato anche deferito l’ex direttore sportivo del Neapolis Antonio Ciccarone che avrebbe agito da intermediario tra le società mettendo in contatto alcuni esponenti del sodalizio adriatico con il portiere del San Severo William Carotenuto, scommettendo, tra l’altro, sulla partita.

Più o meno simile l’accusa per Carotenuto riferita alla seconda partita in questione.

L’udienza è fissata per il 12 agosto prossimo. Le accuse ipotizzate dalla giustizia sportiva sono di “responsabilità diretta, oggetiva e presunta” a capo degli imputati.

Se l’impianto accusatorio sarà confermato, per il Brindisi lo spettro è la retrocessione d’ufficio in Eccellenza.

Show CommentsClose Comments

Leave a comment