SERIE D – Che batoste per Nocerina e Francavilla in Sinni! Il Giudice sportivo

Multe salatissime per entrambe le società ed una giornata di squalifica del campo per il sodalizio campano. Sono invece sedici i calciatori stoppati nel girone H

nocerina-tifosi-ph-nestola

Foto: ©D. Nestola

Queste le risultanze del Giudice sportivo dopo la penultima giornata del girone H di Serie D.

CALCIATORI – Tre giornate a Pucino (Anzio); due giornate a Carrieri (Vultur); una giornata per Petrini, Artistico, Ferrari (Anzio), Rekik (Agropoli), Porfiri, Trinchi (Cynthia), Franzese (AZ Picerno), Cacace, De Iulis (Nocerina), Cacciotti (Potenza), Laboragine (San Severo), Scavone (Vultur), Marchetti (Ciampino), Lordi (Gelbison).

ALLENATORI – Una giornata per Cassioli (Anzio), De Leonardis (Gravina), Grillo (Vultur)

DIRIGENTI – Belviso (Bisceglie) inibito fino all’8 maggio.

MULTE – 1.000 euro per l’Anzio (“Per avere propri tesserati non identificati, durante i festeggiamenti al termine della gara, sfondato e divelto un pesante pannello che veniva lanciato nel corridoio antistante gli spogliatoi”).

SOCIETÀ – Multa di 3.500 euro per la Nocerina ed una giornata di squalifica del campo da scontare su neutro ed a porte chiuse (“Per avere un proprio sostenitore aggredito con calci e schiaffi due dirigenti della società ospitata che si trovavano in tribuna. A seguito dell’aggressione uno dei due dirigenti presentava vistosa epitassi, mentre l’altro presentava segni di mancamento tanto da rendere necessario l’intervento dei sanitari presenti a bordo campo. Inoltre al termine della gara, diversi steward, spintonavano ed insultavano i calciatori avversari andati a festeggiare la vittoria sotto il settore occupato dai propri sostenitori ed uno di questi colpiva un calciatore avversario con uno schiaffo. Si rendeva necessario l’intervento delle Forze dell’Ordine per consentire ai calciatori di raggiungere gli spogliatoi. Al termine della gara, infine, veniva indebitamente aperto un cancello che dagli spalti consentiva l’accesso di numerose persone al recinto di gioco. Sanzione così determinata in considerazione della estrema gravità della condotta tenuta dagli addetti alla sicurezza con violazione dei doveri inerenti al servizio pubblico cui erano adibiti, nonché in considerazione dei danni cagionati alla incolumità fisica dei soggetti aggrediti e della recidiva reiterata di cui ai CC.UU n. 32,74, 90,107”). Multa di 3.000 euro e diffida per il Francavilla in Sinni (“Per avere propri sostenitori, per la intera durata del primo tempo, in alcune occasioni del secondo tempo ed al termine della gara, rivolto numerose espressioni gravemente offensive e minacciose all’indirizzo della Terna Arbitrale. Gli stessi, inoltre, attingevano con tre sputi il Direttore di gara, colpendolo all’altezza del collo. I medesimi, al 40′ del secondo tempo, lanciavano dapprima getti di acqua colpendo per tre volte un A.A. al viso ed alla schiena e, successivamente, una bottiglietta semivuota che cadeva a circa 20 cm dall’Ufficiale di gara. Nella circostanza reiteravano espressioni offensive e minacciose”).

Luigi ALEMANNO
Giornalista pubblicista dal 2011, vicedirettore di SalentoSport.net. Responsabile della redazione sportiva di Teleonda dal 2009 al 2012, corrispondente per Piazzasalento dal Comune di Gallipoli dal 2012 al 2014, responsabile della comunicazione per la S.S.D. Gallipoli Football 1909 Srl dal 2012 al 2015.

Articoli Correlati