Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

SERIE B – Suicidio Pisa, il Monza ne approfitta: è storica Serie A per i brianzoli

Per la prima volta nella sua storia, il Monza accede in Serie A. I brianzoli, dopo una gara epica, sono usciti vittoriosi dall’Arena Garibaldi di Pisa per 4-3 dopo i tempi supplementari. Al triplice fischio, il tabellino recitava Pisa-Monza 3-2. All’andata, il Monza si era imposto per 2-1.

Avvio shock per il Monza che, dopo soli nove minuti, è già sotto di due gol: passano pochi secondi e Torregrossa sfrutta un errore di Pirola e batte Di Gregorio da corta misura con un gol da rapace d’aria di rigore. Al 9′, raddoppio Pisa con uno stacco vincente di Hermannsson, lasciato solo in area sugli sviluppi di un corner. Gara finita? Nemmeno a parlarne. Al 20′, il Monza ritorna in pista con un gol di Machin che sfrutta una pasticciata azione difensiva pisana. Con questo risultato, si andrebbe ai supplementari.

Il secondo tempo è tiratissimo. Il Pisa ci crede di più e va vicino alla terza rete, ma, al 79′, Leverbe s’improvvisa Franco Baresi con un’uscita palla al piede da dentro la sua area. Ma Leverbe non è Franco Baresi e perde palla. Il neo entrato Gytkjaer non ci pensa su due volte e, su preciso assist di Dany Mota, gonfia la rete per il 2-2. Con la forza della disperazione, la squadra di Luca D’Angelo si getta alla disperata in avanti a caccia del gol che potrebbe valere i supplementari. E ci riesce, proprio al minuto 89′, con uno splendido mancino d’incontro di Mastinu che fa secco Di Gregorio alla sua sinistra. Esplode l’Arena Garibaldi che era stata ammutolita dal gol di Gytkjaer.

Nei supplementari le emozioni sono ancora maggiori. I nerazzurri partono carichissimi, sulla spinta emozionale del gol trovato allo scadere, ma, ancora una volta, una pessima marcatura difensiva dei locali causa il gol di Marrone, che stacca di testa da 4 metri, indisturbato. Si scaldano gli animi, specialmente sulle panchine. Il Pisa prova a ripartire, ma pasticcia ancora: passaggio orizzontale da incubo di Birindelli che mette in moto, involontariamente, Gytkjaer. Il centravanti del Monza aggira Nicolas e deposita in porta il gol del 3-4 al minuto 101. Il Pisa si sfalda, sfiancato dalla fatica e dalla frustrazione. Al triplice fischio, esultanza in campo e in tribuna, dove erano presenti Adriano Galliani con figlio, Silvio Berlusconi con compagna.

Il Monza di Giovanni Stroppa, quindi, andrà a far compagnia a Lecce e Cremonese in Serie A. La lista d’ingresso del massimo campionato, per la prossima stagione, sarà questa: Atalanta, Bologna, Cremonese, Empoli, Fiorentina, Inter, Juventus, Lazio, Lecce, Milan, Monza, Napoli, Roma, Salernitana, Sampdoria, Sassuolo, Spezia, Torino, Udinese, Verona.