Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

SERIE B – Il programma degli ultimi emozionanti 90’+ recupero: tutti (o quasi) i verdetti sono ancora in ballo

Ultime ore di sfiancante attesa prima di gettarsi a capofitto nei 90 minuti rimanenti della 38esima giornata di Serie B, turno che produrrà i verdetti riguardanti le due squadre che ascenderanno in A direttamente, le sei squadre che si giocheranno i playoff, le due squadre impegnate nei playout e le tre che saluteranno la cadetteria.

Il Lecce arriva a giocarsi il secondo match point, stavolta sul proprio terreno e davanti a 28mila tifosi che lo spingeranno dal primo all’ultimo minuto a caccia della vittoria contro un Pordenone ormai retrocesso da tempo. Ma, attenzione: non c’è nessuno, almeno apparentemente, che sta prendendo la squadra friulana sotto gamba. Anche perchè i precedenti del passato parlano chiaro e il Lecce sa benissimo cosa vuol dire, a parti invertite, rovinare una festa (cfr. Olimpico 1986, di cui sapete già tutto).

Lecce e Monza, quindi, davanti a tutte a 90 minuti dal termine. I brianzoli avranno davanti un Perugia che è ancora in corsa per un posto playoff, sebbene sia molto difficile la questione. Gli umbri dovranno vincere e sperare che il Frosinone non faccia punti in casa col Pisa, ormai certo agli spareggi promozione come anche Brescia, Benevento e Ascoli. Il Lecce, vincendo, non guarda agli altri risultati. Pareggiando, potrebbe salire da secondo in classifica, se la Cremonese non vincesse a Como e il Monza passasse a Perugia. In generale, il Lecce è in vantaggio col Monza e in svantaggio con la Cremonese, a parità di punteggio.

In coda, restano in ballo tre squadre nella lotta playout: il Vicenza, che spera fortemente di andarci, dopo aver ottenuto i tre punti col Lecce, sabato scorso, con le modalità che tutti si ricordano; il Cosenza e l’Alessandria. Ci sono Cosenza-Cittadella e Alessandria-Vicenza: un bel programmino, non c’è che dire.

Lecce e Pordenone di affrontano al Via del Mare per la seconda volta nella storia. La prima, fu uno 0-0 nello scorso campionato, prima giornata. Dirigerà la sfida l’esperto Piccinini di Forlì che ha già diretto altre 15 partite del Lecce (sei vittorie, cinque sconfitte, quattro pareggi – dati wlecce.it).

Il programma degli ultimi 90 minuti più recupero:

ven. ore 18.15

Crotone-Parma: Andrea Colombo di Como (Trinchieri-Della Croce; IV Madonia; VAR Meravuglia-Colarossi)

ven. ore 20.30

Alessandria-LR Vicenza: Daniele Chiffi di Padova (Alassio-Di Vuolo; IV Galipò; VAR Fourneau-Lo Cicero)

Ascoli-Ternana: Lorenzo Maggioni di Lecco (Fontemurato-D’Ascanio; IV Delrio; VAR Paterna-Mastrodonato)

Benevento-Spal: Antonio Giua di Olbia (Lanotte-Ceccon; IV Baratta; VAR Minelli-Dei Giudici)

Brescia-Reggina: Matteo Marchetti di Ostia Lido (Muto-Rossi C.; IV Emmanuele; VAR Santoro-Raspollini)

Como-Cremonese: Gianluca Aureliano di Bologna (Longo-Prenna; IV Luciani; VAR Mazzoleni-Rossi L.)

Cosenza-Cittadella: Davide Ghersini di Genova (Cecconi-Cipressa; IV Acanfora; VAR Serra-Grossi)

Frosinone-Pisa: Antonio Rapuano di RImini (Palermo-Yoshikawa; IV Giaccaglia; VAR Dionisi-Fiore)

Lecce-Pordenone: Marco Piccinini di Forlì (Nuzzi-Cipriani; IV CArrione; VAR Di Paolo-Di Monte)

Perugia-Monza: Michael Fabbri di Ravenna (Tegoni-De Meo; IV Pascarella; VAR Valeri-Margani)

CLASSIFICA: Lecce 68; Monza 67; Cremonese 66; Pisa 64; Brescia e Benevento 63; Ascoli 62; Frosinone 58; Perugia 55; Ternana 54; Cittadella 52; Como 47; Reggina e Parma 46; Spal 39; Alessandria 34; Cosenza 32; Vicenza 31; Crotone 26; Pordenone 18.

Verdetti: le prime due vanno in A direttamente; dalla terza all’ottava, playoff; 16esima e 17esima: playout; ultime tre retrocesse in C.