SERIE B – Danno e beffa per il Cosenza: il Giudice sportivo della 28ª giornata

I raccattapalle rallentano il gioco per far passare il tempo, col Cosenza in vantaggio 2-0 sul Brescia. Ma la strategia si risulta fallimentare: il Brescia vince 3-2 e arriva anche un'ammenda di cinquemila euro

giudice-sportivo lega pro com

Danno e beffa per il Cosenza. Il Giudice sportivo di Serie B ha sanzionato la società calabrese con un’ammenda di cinquemila euro “a titolo di responsabilità oggettiva, per avere propri raccattapalle, sistematicamente rallentato, nel corso della gara, la regolare ripresa del gioco. La situazione non migliorava nonostante le sollecitazioni dell’arbitro al capitano della squadra”. Tattica (voluta o non voluta) alla fine che si è rivelata fallimentare, giacché il Brescia, avversario del Cosenza nell’ultimo turno di campionato, ha rimontato due reti di svantaggio e ha vinto per 3-2 proprio all’ultimo respiro.

Tra i calciatori, squalificati per due giornate Massimiliano Busellato (Foggia) e Gabriel Tadeu Strefezza (Cremonese); per una giornata Pawel M. Dawidowicz (Verona, oltre ad una multa di 1.500 euro per simulazione), Ricardo Bocalon (Venezia), Antonio Caracciolo (Cremonese); Leonardo Mancuso (Pescara), Sandro Tonali (Brescia).

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati