Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

SERIE A – Immensa qualità e un Immobile in forma strepitosa: la Lazio di Simone Inzaghi

La dodicesima giornata di Serie A vedrà il Lecce impegnato all’Olimpico di Roma, dove affronterà la Lazio, in una trasferta non certamente semplice, contro una compagine che almeno in campionato quest’anno non ha mai conosciuto il sapore della sconfitta.

Ventuno punti all’attivo e un quarto posto in classifica, che nascono soprattutto dall’immensa qualità su cui Simone Inzaghi può contare, ma anche grazie ad una buona tenuta a livello difensivo, oltre ad un Ciro Immobile apparso fino ad ora a dir poco incontenibile.

In estate il presidente Lotito ha deciso di trattenere Milinkovic-Savic, autentico trascinatore dei biancocelesti nelle ultime due annate, centrocampista totale, in  grado soprattutto in campo nazionale di spostare gli equilibri, anche nei momenti più difficili e che assieme a Correa, Luis Alberto e appunto Immobile forma un quartetto offensivo di assoluto spessore; la linea difensiva è guidata da Francesco Acerbi, che arrivato nella Capitale tra lo scetticismo generale è riuscito a non far rimpiangere un colosso come De Vrij, conquistando la fiducia generale e a suon di grandi prestazioni anche la nazionale.

La formazione capitolina in queste ultime due annate è sempre andata molto vicina alla conquista di un posto Champions che spesso è però sfumato per mancanza di continuità, che ad oggi forse rappresenta forse la pecca principale dei biancocelesti che per il resto grazie anche al grande lavoro svolto dal direttore Igli Tare dopo alcune annate difficili è tornata ad essere una delle big della nostra Serie A.

In totale sono 39 i precedenti tra Lecce e Lazio con 19 vittorie biancocelesti, nove giallorosse e undici pareggi. Con riferimento alle gare giocate in casa della Lazio, i giallorossi sono riusciti ad espugnare la Capitale in una sola occasione, vale a dire il 9 gennaio 2011, quando il match terminò sul punteggio di 1-2, per effetto dell’autogol di Muslera, il pareggio di Mauri e il gol del denitifivo vantaggio leccese siglato dell’uruguaiano Carlos Grossmüller.

Fonte: Youtube