TRICASE – Striano: “Spero di coronare la stagione con un gol e la vittoria della finale”

L'ex fantasista è stato reinventato play maker da Mitri: "Non mi aspettavo di giocare così tante partite e soprattutto con un rendimento così elevato"

striano

Foto: M. Striano

Vola sulle ali dell’entusiasmo il Tricase, che nella semifinale si è imposto per 1-0 sulla Salento Football, grazie a un gol di capitan Ruberto. “Abbiamo battuto la squadra più in forma del momento, un avversario che veniva da sette vittorie consecutive – sottolinea Maurizio Striano – . “È stato un banco di prova importantissimo”. Che proietta i rossoblù sulla strada per Aradeo. “Siamo pronti e più carichi che mai. Sul piano fisico abbiamo recuperato da un po’ di acciacchi. Loro forse sono più riposati di noi, non avendo disputato la semifinale, ma non è detto che questo sia un vantaggio. Molte volte una sosta piuttosto lunga rischia di abbassare il livello di attenzione e concentrazione”.

L’Aradeo parte con i favori del pronostico. “Solo sulla carta: una finale è pur sempre una finale. Qui a Tricase si vive un clima infuocato, come non accadeva da tanto tempo. Sono già pronti più di trecento tifosi a invadere Aradeo. Per noi sarebbe come giocare in casa”. Che tipo di partita si aspetta Maurizio Striano? “Ci troveremo di fronte una corazzata. Conosco benissimo tutti i giocatori dell’Aradeo. Mi aspetto che facciano la loro partita, impostando fin da subito il loro gioco. È una squadra più o meno come la nostra, infarcita di tante individualità. Credo che gli equilibri si giocheranno sul filo degli episodi e delle giocate del singolo. Sarà una partita maschia, in cui nessuna delle due vorrà perdere. Ad ogni modo mi auguro che sia un match spettacolare, senza troppi tatticismi e giocato a viso aperto da entrambe”.

La buona stagione della squadra fa il paio con le soddisfazioni a livello personale. “Non mi aspettavo di giocare così tante partite e soprattutto con un rendimento così elevato. Quando mister Mitri mi ha cambiato ruolo, reinventandomi play maker, ero piuttosto scettico. Con il senno di poi devo ammettere che è stata la scelta più giusta. Ora spero di coronare la stagione con un gol e con la vittoria di questa finale, da dedicare soprattutto ai nostri straordinari tifosi”.

Articoli Correlati