ARADEO – Previderio: “Col Tricase gara da tripla, abbiamo le stesse probabilità di vincere”

Il difensore: "Essere arrivati dopo una super potenza come il Fasano e aver lasciato alle spalle avversari più blasonati e accreditati di noi dà l’esatta dimensione dell’impresa che siamo riusciti a compiere"

previderio-valentini

Foto: R. Previderio - ©F. Valentini

Domenica prossima si consumerà l’ultimo atto della stagione di Promozione. Nella finale play off si affronteranno l’Aradeo e il Tricase. Gli uomini di mister Politi partono con i favori del pronostico, potendo giocare in casa e avendo a disposizione due risultati su tre. Ma uno spareggio è pur sempre un terno a lotto ed esula da ogni previsione. “È una partita da tripla – avverte Rudy Previderio, difensore dell’Aradeo -. “Sia noi che loro abbiamo le stesse probabilità di vincere. Il Tricase annovera tra le sue fila calciatori di categoria superiore, abituati a questo tipo di pressioni. Inoltre si prevede la presenza di un gruppo massiccio di supporters rossoblù. Per cui, in definitiva, i pronostici si azzerano”.

Come arriva l’Aradeo alla partita più importante della stagione? “La squadra sta benissimo. C’è grande entusiasmo. L’aver raggiunto la finale play off rappresenta un grande motivo d’orgoglio per tutti, specialmente perché alla vigilia della stagione nessuno avrebbe scommesso un centesimo su di noi. Vogliamo regalare una gioia ai nostri tifosi, all’allenatore e alla società”. Che partita si aspetta il difensore giallorosso? “Sicuramente non difensiva: non si può pensare di impostare il match sul pareggio. Sarà una gara ad alta tensione per l’importanza della posta in palio e quindi agonisticamente valida. Tutt’e due le squadre faranno di tutto per vincere. Probabilmente l’incontro si deciderà sulla base di qualche episodio”.

Al di là di come andranno le cose, è stata, comunque, una stagione esaltante per i colori giallorossi. “Essere arrivati dopo una super potenza come il Fasano e aver lasciato alle spalle avversari più blasonati e accreditati di noi dà l’esatta dimensione dell’impresa che siamo riusciti a compiere. Anche a livello personale è stata un’annata molto positiva, sia sul piano calcistico che su quello umano. Ho trovato una famiglia, un gruppo di amici. E sinceramente dispiace moltissimo che domenica sia la nostra ultima volta insieme. Era un piacere andarsi ad allenare”.

 

Articoli Correlati