Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

PROMOZIONE/B – Va in archivio una giornata piena zeppa di sorprese: il punto dopo la 24ª

La notizia della ventiquattresima giornata del girone B di Promozione è la caduta, per mano del Brilla Campi, del Racale. Ritorna a perdere una partita, dopo un’imbattibilità durata sei turni, la squadra di Pietro Sportillo, che ora vede ridotto a tre punti il vantaggio sul Matino. I biancazzurri di Pietro Sportillo possono consolarsi col primato di difesa meno battuta, solo 12 volte. Tre punti pesanti per il Brilla, che tuttavia non consentono agli uomini di Antonio Patruno di tirarsi fuori dalle sabbie mobili della classifica.

Dopo due 0-0 consecutivi torna a vincere e soprattutto a segnare tanti gol il Matino, che travolge per 4-1 una Salento Football che veniva da una striscia utile di cinque giornate. Aumenta a 52 il bottino delle reti segnate la vice capolista, miglior attacco del torneo. Ma il big match di giornata si giocava al “Dimitri” tra Manduria e Ostuni. Finisce 3-3 una partita con tanti colpi di scena, inadatta ai deboli di cuore. In vantaggio di due gol, la squadra brindisina si fa riprendere al 95’, confermando le difficoltà a fare bottino pieno lontano dal terreno di gioco amico. Il successo, in casa Manduria, manca dal 26 gennaio.

Ne approfitta il Sava per appaiare l’Ostuni al terzo posto e superare i biancoverdi. E domenica prossima c’è Sava-Manduria. La formazione di Gioacchino Marangio sta vivendo un momento di grande positività: il 2-0 di Aradeo, vittoria per nulla scontata sul campo di una squadra alla disperata ricerca di punti salvezza e che veniva da tre ko consecutivi, rappresenta il quinto risultato utile di fila, coppa compresa. E a proposito di Coppa, giovedì Racale e Sava si giocheranno l’accesso alla finale. All’andata al “Camassa” era finita 1-1.

Ma le sorprese di giornata non si esauriscono con la sconfitta del Racale. C’è da registrare anche il colpaccio della De Cagna sul campo del Taurisano, che rischia di compromettere la rincorsa dei granata ai playoff. Continua il magic moment degli uomini di De Pascali: seconda vittoria consecutiva, quarto risultato utile di fila, che al momento tiene la De Cagna fuori dalla griglia playout. E sempre in tema di sorprese, il Veglie sbanca il campo dell’Avetrana, che adesso deve cominciare a fare i conti con una situazione di classifica diventata più incerta. Curioso dato statistico: il Veglie ha vinto solo tre partite in campionato, tutte e tre lontano da casa. Con 20 reti segnate e 56 subite, la squadra di mister Tondi è, rispettivamente, il peggior attacco e la peggior difesa del girone. Poteva, forse, essere l’ultima chiamata in chiave playoff per il Maglie, ma il pareggio di Novoli taglia definitivamente fuori dai giochi i giallorossi. E domenica, per i rossoblù, c’è il Racale.