Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

PROMOZIONE/B – I primi movimenti di mercato nel girone B

In un campionato di Promozione che si sta confermando equilibrato più che mai, una fase chiave la si potrebbe avere in queste settimane dedicate al mercato di riparazione ed in tale direzione sembrano muoversi in maniera concreta diverse società; una su tutte è la Virtus Matino della presidentessa Cristina Costantino, che in questa settimana sembra aver messo nero su bianco con il forte difensore argentino ex Nocerina e Fortis Altamura, Damian Salto, volto già noto per mister Branà dopo la splendida parentesi di Avetrana. Il direttore Antonio Bruno è alla ricerca di un colpo grosso per il reparto offensivo, con Mattia Negro della Vigor Trani che sembra essere la prima scelta, ma in questo caso c’è da superare l’ostacolo Trani: la società biancazzurra che non sembra assolutamente intenzionata a privarsi del proprio numero 10. Un importante colpo di mercato lo ha messo a segno anche il Manduria, che proprio in queste ore ha definito l’operazione per il ritorno in biancoverde di Giovanni Malagnino.

Il Novoli dopo aver rescisso con Tedesco, Iunco, Iaia, Angelè e Usman, ha ufficializzato l’arrivo dell’attaccante ormai ex Otranto Pietro Gennari; il sodalizio rossoblù è lavoro per cercare di puntellare anche il reparto difensivo; il De Cagna è ad un passo da Perrone ex Salento Football e dal centrocampista Francesco Petrachi, saluta invece il difensore De Giorgio accasatosi al Melendugno.

L’Atletico Racale è sulle tracce del centrocampista ex Brindisi classe 1999 Federico GiuntaLa Salento Football oltre al difensore Perrone, saluta anche l’attaccante Rizzo e i centrocampisti Antonio e Stefano De Razza, tornati a Galatina; altro ritorno che appare ormai imminente è quello di Ruberto a Tricase, con l’attaccante che lascerà quindi l’Atletico Aradeo; tempo di addii anche per la Toma Maglie, con gli attaccanti Carrozza e Brindisi che non vestiranno più il giallorosso. Il Sava preleva l’ex portiere (pararigori) del Taranto, Angelo Maraglino. Salutano la società tarantina Vincenzo Nazaro, Giuseppe Antonicelli e Marco Schina.