Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

GALLIPOLI – Giallorossi al tappeto, il Mesagne espugna il Bianco

I misteri del calcio che rendono questo sport il più bello si materializzano all’Antonio Bianco nella prima domenica di maggio. Succede tutto quello che non ti aspetti; succede che nell’ultima gara della stagione regolare dinanzi al proprio pubblico il Gallipoli offra una delle peggiori prestazioni stagionali, permettendo al Mesagne del tecnico Pellegrino di tornare a casa col bottino pieno.

Favonio deve rinunciare a Coccioli ed Ancora per infortunio mentre Negro deve scontare una giornata di squalifica. In attacco Scuglia è il partner di Prest; si rivede dal primo minuto Giordano dopo il lungo periodo di stop.

L’inizio di gara è veemente: Serìo cerca il gol da cineteca con un pallonetto dalla distanza, ma la sfera sorvola la traversa. Immediata la reazione degli ospiti con Pisani che salta avversari in scioltezza prima di fornire un assist d’oro a Vendetta; è bravo nella circostanza Fiorentino a sventare. Al 17’ il Gallipoli passa in vantaggio: Bianco serve Prest sulla destra, l’argentino rientra sul sinistro e calcia verso la porta trovando la decisiva deviazione di Chirico per l’1-0. Passano appena tre minuti e gli ospiti raddrizzano il risultato: Vendetta viene steso in area da Serìo, costringendo il direttore di gara ad indicare il dischetto del rigore. Dagli undici metri Renis realizza il gol dell’1-1. Al 38’ i padroni di casa protestano per un presunto fallo di mani in area su un colpo di testa di Tarantino, ma l’azione prosegue e, al 42’, gli ospiti mettono la freccia con Chirico che, su azione d’angolo, batte un incerto Fiorentino: 1-2. In chiusura di tempo Scuglia coglie il palo su azione confusa in area fallendo il possibile pareggio.

Nella ripresa il Gallipoli si getta in avanti a testa bassa prestando inevitabilmente il fianco alle ripartenze del Mesagne. Su una di queste i giallo-blù chiudono la gara; minuto 15, Prest sbaglia un appoggio e consente a Renis di volare verso la porta giallorossa. Tarantino, nel tentativo di fermarlo, lo atterra inducendo l’arbitro a decretare il secondo rigore di giornata. Il solito Renis trasforma per l’1-3. La partita è irrimediabilmente compromessa e i giallorossi cercano in maniera del tutto confusionaria di riaprirla accumulando solo cartellini gialli.

Cade, quindi, a ridosso della bandiera a scacchi la squadra di Favonio che vede fermarsi a sedici risultati consecutivi la propria striscia positiva. Nelle altre gare il Maglie travolge 4-0 lo Scorrano e festeggia il matematico approdo nella massima categoria regionale. Perde il Galatina a Novoli, tre punti a tavolino per il Mottola, mentre non va oltre il pareggio il Botrugno col Carosino.
Domenica cala il sipario sulla stagione regolare. Il Gallipoli sarà di scena a Scorrano; in settimana sarà necessario interrogarsi su una prestazione troppo brutta per essere vera in vista dell’imminente inizio dei play-off.