[ESCLUSIVA SS] SAN VITO – Il rebus di Licci: “Forti con le prime, ci ridimensioniamo con le altre”

Il San Vito diventa, domenica dopo domenica, la squadra più enigmatica e indecifrabile del girone meridionale di Promozione. Tanti gli alti e bassi per la squadra di Angelo Licci che non riesce a spiegarsi questa situazione: “Con il Leverano è stata l’ennesima prova di forza che io chiedo alla squadra ogni domenica, indipendentemene dall’avversario. Siamo forti con le prime della classe, per poi ridimensionarci con le altre“.

La gara in terra leccese non era iniziate nel migliore dei modi: “Loro hanno iniziato meglio, con le giocate su Rizzello e non lasciandoci alzare il baricentro. Hanno fatto gol nei primi minuti ma noi abbiamo reagito. Ho alzato i due laterali e abbiamo recuperato più palloni nella loro metà  campo. Il pareggio di D’Erriquez alla fine del primo tempo è stato provvidenziale“.

I tre punti sono arrivati grazie al fiuto di Candita e all’istinto di D’Agnano: “Stefano Candita è stato bravo a mettere in rete, dopo che la palla aveva colpito il palo. Al 92′, il nostro portiere D’Agnano, ha letteralmente salvato il risultato“. Infine, una sottile polemica e una promessa ai suoi tifosi: “Sono contento di veder festeggiare quei pochi tifosi che ci seguono fuori casa. Mi dispiace non regalare le stesse gioie a chi ci segue solo in casa. La speranza è di raccogliere gli stessi risultati, anche in casa”.

Umberto NARDELLA
Nato nel 1976, sposato, lavora nel team IT di una multinazionale americana. Scrive per SalentoSport da diversi anni ed è uno sportivo, nel senso che gli piace vedere gente che fa sport. Innamorato da sempre del calcio, sin da piccolo è stato affascinato dai campi polverosi di paesini sconosciuti. Ogni domenica è buona per andare a vedere una partita di calcio, rigorosamente dilettante.
http://www.salentosport.net

Articoli Correlati