PROMOZIONE – Clamoroso al “San Vito” di Tricase, l’Ugento ipoteca il titolo. Maglie ‘stupefacente’: il punto dopo la 25ª

Succede di tutto nella 25esima giornata. L'Ugento rimonta la Salento Football, il Tricase 'mata' la Deghi. Il Maglie passa a Novoli. E poi risorge l'Aradeo, crolla lo Scorrano in casa

d_amico-alberto-tricase

Foto: A. D'Amico (Tricase), autore del gol-partita contro la Deghi

Non è ancora tempo di stappare le bottiglie in casa Ugento, ma quanto avvenuto nella venticinquesima giornata ha davvero del clamoroso e mette una seria, decisa, ipoteca, sulla conquista del titolo da parte dei giallorossi. La formazione di Mimmo Oliva vince, in rimonta, sul campo della Salento Football; perde la Deghi, a Tricase, la sua seconda partita consecutiva. Non è un buon momento per gli uomini di mister Salvadore, che molto probabilmente stanno pagando le fatiche di coppa, gli sforzi di una rincorsa che ha portato via troppe energie e la condizione non ottimale di alcuni uomini chiave nel momento clou della stagione. Cinque punti in cinque giornate sembrano essere un gap difficilmente recuperabile, anche perché le due contendenti hanno un calendario più o meno equivalente.

L’Ugento fa la voce grossa anche per quanto riguarda il numero delle reti segnate, trentanove, che ne fanno il miglior attacco del torneo. Una in più dello stupefacente Maglie, che mette in fila il nono risultato utile consecutivo. Ma, soprattutto, si aggiudica lo scontro diretto in chiave playoff con il Novoli, andando a espugnare il “Totò Cezzi”. Ventuno punti negli ultimi nove turni fanno del Maglie la squadra più in forma del momento e ora, sognare, davvero si può. Non riesce, invece, proprio, a fare il salto di qualità risolutivo il Novoli. Dopo due ko consecutivi e quattro gare senza i tre punti, torna a vincere il Taurisano, in rimonta sull’Uggiano, confermandosi miglior difesa del campionato, nonostante le due reti subite. Continua il momento no del Racale, alla terza sconfitta consecutiva. Adesso le cose si complicano, e non poco, in ottica playoff. Contro gli uomini di mister Gioacchino Marangio risorge l’Aradeo, che torna a vincere dopo un blackout durato ben dieci turni, in cui erano arrivati addirittura nove ko. In un colpo solo i giallorossi scavalcano Salento Football e Carovigno, ma restano, comunque, impantanati, in zona retrocessione. La squadra di Riccardo Cornacchia, che a un certo punto della stagione sembrava quasi poter lottare per un posto nei playoff, ha avuto un crollo verticale. I leccesi non vincono da sette giornate, nelle quali sono arrivati solo due punti.

Settimana turbolenta per il Carovigno, a causa delle sanzioni pecuniarie decise dalla FIGC. I rossoblù hanno reagito con un pareggio contro il Lizzano, concorrente diretta per la salvezza. Lizzano che resta ultimo in classifica. Non navigava in acque tranquillissime il Talsano. La reazione è arrivata contro il Brilla Campi: una vittoria che fa respirare e che mortifica, quasi definitivamente, le velleità playoff degli uomini di Gianluca Cosma. Debacle clamorosa per lo Scorrano, che perde con un passivo piuttosto pesante, in casa, contro l’Ostuni, allontanandosi, così, dalla zona della classifica che conta. Lo Scorrano si riprende lo scettro di difesa più perforata, con quaranta reti subite. L’attacco peggiore è quello del Tricase, con diciannove gol segnati.

Articoli Correlati