ATLETICO RACALE – Sportillo: “Non ci sto al gioco delle ‘favorite’, non sono scemo. Otto-nove squadre se la possono giocare…”

Il tecnico dell'Atletico: "Quello di scegliere una favorita è un trucco che si usa per mettere pressione alle avversarie, togliendola alla propria. E io non ci casco..."

sportillo-pietro-casarano-ss-palama

Foto: mister Pietro Sportillo

Tre successi nei primi tre match tra campionato e Coppa Italia Promozione, il pareggio interno contro la Salento Football, a cui ha fatto seguito la prima sconfitta stagionale contro la Toma Maglie che in termini di classifica è significata per l’Atletico Racale meno cinque dal duo Sava-Virtus Matino: “Ad oggi l’ultima cosa che vado guardare è il distacco in classifica – esordisce mister Pietro Sportillo -, poiché manca ancora un intero campionato da disputare. Le ultime due gare, sono state abbastanza particolari, contro la Salento Football abbiamo fatto forse la migliore gara dell’anno, sbagliando un rigore e sprecando diverse palle gol, mentre con il Maglie siamo andati subito in svantaggio, poi su un campo al limite della praticabilità non siamo riusciti a reagire come serviva, mentre loro sono stati più bravi di noi ad adattarsi a quello che richiedeva la partita; detto questo ero tranquillo dopo le prime vittorie e sono tranquillo anche ora, perché di momenti difficili ce ne saranno altri, occorre solo saperli gestireOggi il mio unico pensiero – prosegue l’ex Casarano, è quello di cercare di ritornare al successo, occorre proseguire il nostro lavoro con la massima umiltà, consapevoli di essere una buona squadra costruita per fare bene, ma senza alcun obbligo, perché gli obblighi ci sono stati messi dagli addetti ai lavori, senza considerare che questo è un campionato con diverse squadre importanti”.

Ad inizio campionato proprio l’attuale tecnico dell’Atletico Racale aveva parlato di campionato duro e livellato verso, ricco di compagini costruite per far bene, fattori che oggi il campo sembra confermare: “Spesso quando parlo, lo faccio con dati di fatto, perché guardando le rose di ogni squadra tutto ciò era abbastanza prevedibile, perché ogni squadra può contare su calciatori importanti e tutto ciò non fa altro che rendere questo girone molto equilibrato, quindi per quanto mi riguarda non vi è alcuna sorpresaOggi, Sava e Matino hanno fatto meglio di tutte, poi però ci sono altre squadre come noi che stanno facendo bene, ma da qui a parlare di favorita, credo che ce ne passi; questo è un campionato – analizza Sportillo, che possono giocarsi tranquillamente otto, nove squadre, ma certamente io al gioco delle favorite non ci casco, perché per esperienza dico che questo è un trucco che si usa per mettere pressione alle avversarie, togliendola magari alla propria squadra e io non sono certamente scemo”.

Domenica i biancoazzurri cercheranno il pronto riscatto contro l’Avetrana, avversaria di cui Sportillo non si fida affatto: “Se andiamo a guardare i numeri, domenica affrontiamo una squadra che è vero prende tanti gol, ma segna anche tanto e questo è sinonimo di buone individualità. Sarà una gara ostica, da affrontare con la giusta mentalità e voglia di vincere, consapevoli che l’Avetrana non verrà certamente a lasciare punti a Racale, quindi servirà il massimo della concentrazione, come in ogni partita e in ogni allenamento, poi i conti li faremo a maggio, e – conclude – se gli avversari saranno stati più bravi stringeremo loro la mano”.

Davide BOELLIS
Diplomato presso il Liceo Socio Psico Pedagocico. Praticante giornalista pubblicista. Nel 2012 partecipa alla quarta edizione di "Giornalista per un giorno - Sergio Vantaggiato". Nell'aprile 2012 inizia a collaborare con la testata colpoditaccoweb.it. Dal settembre 2012 passa nella squadra di SalentoSport.

Articoli Correlati