Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

ARADEO – Tartaglia, ‘magic moment’: “Avevo voglia di rimettermi in gioco. I veri protagonisti sono i ragazzi, io li ho solo aiutati”

Il personaggio della settimana è lui. Tre partite sulla panchina dell’Aradeo e tre vittorie. Ossigeno puro per una classifica pericolante. Ma soprattutto vittoria su un campo dove ancora nessuno era riuscito a passare. Graziano Tartaglia è lo stratega del momento felice della squadra giallorossa. Per informazioni su come si fa a vincere a Ostuni chiedere a lui. “Naturalmente contano gli episodi – spiega il giovane tecnico -. “Loro avevano qualche assenza, sopperita, comunque, dalla qualità di una grande rosa. Noi siamo stati bravi a restare in partita anche dopo lo svantaggio. Abbiamo disputato un ottimo secondo tempo, che ci ha consentito di ribaltare il risultato. Il segreto è rimanere sempre concentrati, anche quando si è in una situazione di vantaggio e mettere in pratica il lavoro preparato durante la settimana”. Cinque ko consecutivi apparivano come la certificazione di una crisi senza soluzione. L’arrivo di Graziano Tartaglia ha invertito la rotta. “Il compito di noi allenatori è quello di impostare dei programmi di allenamento sulla base delle caratteristiche dei calciatori a nostra disposizione e di trarne fuori il meglio. I ragazzi sono stati bravi a recepire immediatamente le mie indicazioni. Fin da subito c’è stato grande feeling. Ma i veri protagonisti sono loro. Io li ho solo aiutati”.

Numeri alla mano, Aradeo scelta difficile da compiere. “Avevo molta voglia di rimettermi in discussione. Conoscevo l’ambiente e parte dei giocatori. Sapevo di poter avere per le mani una buona squadra. Sapevo, anche, che sarebbe stata una sfida difficile”. Che per il momento sta vincendo. E che vuole continuare a vincere, a patto di “continuare su questa strada e lavorare tanto” ammonisce Tartaglia. E aggiunge. “Ci saranno altre vittorie, ci saranno anche delle sconfitte. Ma se continuiamo così abbiamo ottime possibilità di salvezza”.

Domani l’Aradeo riposerà. Quanto questo stop forzato può condizionare? “Ci sono lati positivi e lati negativi. Per una squadra che sta volando sulle ali dell’entusiasmo come la nostra forse sarebbe stato meglio giocare subito. Ma siccome sono arrivato da poco, questa pausa può servirci per lavorare meglio”. Anche perché alla ripresa ci sarà il Maglie. “Ce la giocheremo senza fare grossi calcoli. Per noi d’ora in poi sono tutte delle finali. Abbiamo massimo rispetto per tutti gli avversari, ma è altrettanto vero che abbiamo l’obbligo di giocarci le nostre chance senza alcuna paura”.