LEGA PRO – Dopo aver sognato i playoff cerca gli ultimi punti-salvezza: il Messina dell’ex Lucarelli

I siciliani, guidati in panchina dal bomber che ha segnato l'inizio millennio in casa Lecce, vogliono il colpaccio al "Via del Mare" per assicurarsi, o quasi, la permanenza

Cristiano Lucarelli

Foto: Cristiano Lucarelli (@Salentosport.net)

In quella che dovrebbe essere la domenica del matematico addio ai sogni di vetta, il Lecce riceverà al Via del Mare una squadra che necessita di punti ben più rispetto ai salentini, ovvero il Messina del grande ex Cristiano Lucarelli. Per i ragazzi di Pasquale Padalino infatti il match tra due delle nobili decadute presenti nel girone C di Lega Pro (esattamente dieci anni fa erano a giocarsi la permanenza in massima serie) potrebbe essere poco più che un’amichevole, dal momento che la concentrazione è ormai rivolta tutta alla seconda metà di maggio e alle gare valevoli per i playoff. Ciò non toglie comunque in maniera assoluta fascino a una sfida che ha le carte in regola per regalare emozioni al pubblico e spunti notevoli al campionato.

L’incrocio di dopodomani sarà il numero quarantadue tra Lecce e Messina, con i precedenti che registrano i giallorossi in vantaggio sui biancoscudati per 18 vittorie a 11, mentre i pareggi sono stati 12. Via del Mare quasi tabù per la compagine peloritana, capace di espugnare l’impianto leccese in sole due occasioni a fronte di tredici successi locali (più quattro pareggi), ultima delle quali risalente al 2006 (0-2 in Serie A con doppietta di D’Agostino). Il più recente incontro disputatosi in Salento ha sorriso al Lecce, capace l’anno scorso di vincere per 2-0 con gol di Surraco e Lepore sotto la guida di Piero Braglia. Vittoria salentina anche nel match d’andata del campionato in corso: a inizio dicembre l’undici di mister Padalino, reduce dal pesante 0-3 casalingo con il Matera, si rifece subito espugnando con il medesimo punteggio il San Filippo di Messina grazie ai centri di Caturano (doppietta) e Persano.

Nonostante quel ko e nonostante le altre sette sconfitte che gli hanno fatto seguito i peloritani, al netto delle difficoltà iniziali che hanno portato all’esonero del tecnico Salvatore Marra, sono sempre riusciti a tenersi fuori dagli estremi bassifondi della graduatoria, senza riuscire però, allo stesso tempo, a risalire la classifica in maniera considerevole. E’ proprio questa la caratteristica principale della formazione allenata dal livornese Cristiano Lucarelli, tanto brava a rialzarsi nei momenti difficili grazie a un gioco da medio-alta classifica quanto incapace di rispondere presente agli esami di maturità che l’avrebbero lanciata verso quella zona-spareggi indicata in estate come obiettivo del club. La società, che ha registrato un cambio di proprietà a stagione in corso, si è invece dovuta accontentare della lotta per la salvezza, che a tre turni dal termine sembra essere pienamente alla portata dei biancoscudati.

Gran merito di aver dato serenità e punti pesanti in un ambiente tribolato dalle vicende societarie va dato proprio al tecnico Lucarelli che, coadiuvato dagli altri ex Lecce Richard Vanigli e Alessandro Conticchio (domenica è attesa una grande accoglienza per loro), ha tenuto unito un gruppo privo di elementi di particolare qualità formando un undici solido e in grado di esprimere un buon calcio e mettere in difficoltà anche le squadre più quotate. I risultati come detto altalenanti non hanno comunque impedito ai siciliani di guardare dall’alto una zona playout distante sì soli due punti, ma che calendario alla mano (dopo un Lecce privo di stimoli in programma le sfide a Cosenza e Vibonese) potrebbe essere tenuta a distanza di sicurezza. Qualche rammarico sulle rive dello Stretto resta comunque, visto che fino a un paio di giornate fa gli spareggi promozione erano pienamente alla portata (con addirittura il nono posto a soli 5 punti), mentre oggi le forze e le energie dell’undici messinese deve essere rivolto, senza se e senza ma, alla ricerca della matematica salvezza.

A rendere di certo meno agevole il compito di Lucarelli ci ha pensato un calciomercato invernale non propriamente produttivo. A Messina si sono registrate infatti ben 14 operazioni che non hanno certamente rinforzato la squadra, privandola di alcuni degli elementi migliori (vedi Ionut, Nardini e soprattutto Pozzebon) e ricevendo in cambio giocatori come Sanseverino, Anastasi e Da Silva (dal Catania, in gol all’andata contro il Lecce): giovani di belle speranze, ma che non hanno certo alzato la qualità di una rosa ricca di falle da colmare. I punti di forza dell’undici biancoscudato restano il portiere scuola Lazio Berardi, l’esperto centrale difensivo Rea, la preziosa regia dell’ex Parma Musacci e, soprattutto, la classe e la tecnica del 10 serbo Milinkovic, chiamato a regalare fantasia a una formazione operaia, in pieno stile Lucarelli.

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati

  • salento-women-soccer-101119 LECCE – Nasce la “Women Lecce”, la società di calcio femminile giallorossa

    L’Unione Sportiva Lecce avrà una sua squadra di calcio femminile ufficiale. La società di via Costadura, tramite una breve nota, ha comunicato, infatti, di aver acquisito il controllo dell’Asd Salento Women Soccer, la storica formazione di calcio femminile che attualmente milita in Serie C. “Nell’ambito del percorso già intrapreso da diverse stagioni – si legge…

  • LECCE – Lapadula: “Contro il Brescia assenze pesanti, ma la nostra vera forza…”

    Dopo uno stop di due giornate per l’episodio che lo ha visto coinvolto nella sfida contro il Cagliari, sabato a Brescia, Gianluca Lapadula tornerà disponibile, in un’altra sfida, quella del Rigamonti, fondamentale in chiave salvezza. In mattinata l’attaccante giallorosso è intervenuto in sala stampa, queste le sue dichiarazioni: “Dopo questo stop forzato di due giornate, riparto…

  • giudice-sportivo lega pro com SERIE A – Giudice sportivo, Lecce senza due big contro il Brescia

    Il Lecce ha svolto una seduta pomeridiana di allenamento questo pomeriggio sul terreno dell’Acaya Golf Resort, in vista dell’anticipo di campionato di sabato pomeriggio alle 15 in casa del Brescia. A parte si sonoallenati Mancosu, Meccariello, Calderoni, Dumancic e Rossettini. Lo staff medico giallorosso conterà di recuperarli in tempo per la gara contro le Rondinelle…

  • calendario-serie-a-19-20 SERIE A – Il calendario di anticipi e posticipi dalla 18ª alla 22ª giornata

    La Lega di Serie A ha comunicato il programma della diciottesima, diciannovesima giornata di andata, e delle prime tre giornate di ritorno. Ecco il dettaglio: Giornata n. 18 dom. 05/01 h 12.30 Brescia-Lazio; h 15 Spal-Verona; h 18 Genoa-Sassuolo; h 20.45 Roma-Torino; lun. 06/01 h 12.30 Bologna-Fiorentina; h 15 Atalanta-Parma, Juventus-Cagliari, Milan-Sampdoria; h 18 Lecce-Udinese…

  • SERIE A – La prima per Tabanelli, la seconda per Falco: la classifica marcatori dopo la 15ª giornata

    Una sola doppietta, quella del veronese Di Carmine, e 29 reti nella quindicesima giornata chiusasi ieri sera con la vittoria del Milan al Dall’Ara di Bologna. E’ stata la giornata del secondo gol in campionato per Filippo Falco, dopo quello segnato al Sassuolo, e del primo in assoluto per Andrea Tabanelli. In vetta guida l’attualmente…