GIOVANILI – De Marco, si chiude un biennio vincente coi baby del Casarano: “Dispiace, ma il calcio è anche questo”

Dopo due anni alla guida della Juniores rossazzurra, che è anche diventata campione regionale, il tecnico spiega i motivi della separazione dal Casarano e racconta di essere stato vicino alla panchina del Gallipoli

de-marco-andrea-juniores-casarano-18-19

Foto: A. De Marco

Dopo due anni in sella alla Juniores del Casarano, conclusi con il clamoroso successo regionale ottenuto in finale contro il Corato, Andrea De Marco non guiderà più i baby rossazzurri che, molto probabilmente, saranno affidati all’ex Gallipoli Sergio Volturo. Due stagioni vissute in maniera intensa e passionale che il giovane tecnico non dimenticherà facilmente: “Innanzitutto mi preme ringraziare la società per avermi dato la possibilità di allenare in una piazza così importante e blasonata come Casarano – esordisce De Marco, rifondando praticamente da zero il settore giovanile, arrivando a conquistare un successo che fino a mesi prima sembrava impensabile; dispiace non proseguire in questa avventura, ma sappiamo bene che il calcio è anche questo, che i cicli iniziano e finiscono, l’importante è essere consapevoli  di aver dato tutto, cercando di svolgere  al meglio il proprio lavoro. Un altro grazie immenso lo voglio rivolgere a tutto il mio staff e ai ragazzi avuti in queste due stagioni, perché senza di loro nulla sarebbe stato quello che è stato”.

In estate il tecnico ex Casarano è sembrato ad un passo dall’approdo sulla panchina del Gallipoli, approdo che è poi saltato a pochi metri dal traguardo: “Non posso nascondere di aver avuto dei contatti con la società – racconta De Marco, e il tutto non può che farmi enorme piacere, io dal canto mio avevo dato disponibilità, perché ad una piazza così è difficile dire di no, considerando anche la grande voglia di misurarmi tra i grandi dopo diverse annate nei settori giovanili; purtroppo poi la trattativa è saltata, con la società che ha deciso di prendere altre strade diverse. Negli ultimi periodi ho rifiutato alcune proposte di settore giovanile, poiché oggi preferisco attendere la chiamata giusta, sfruttando questo periodo di pausa per arricchire il mio bagaglio culturale, perché nel calcio – conclude – non si finisce mai di apprendere”.

Davide BOELLIS
Diplomato presso il Liceo Socio Psico Pedagocico. Praticante giornalista pubblicista. Nel 2012 partecipa alla quarta edizione di "Giornalista per un giorno - Sergio Vantaggiato". Nell'aprile 2012 inizia a collaborare con la testata colpoditaccoweb.it. Dal settembre 2012 passa nella squadra di SalentoSport.

Articoli Correlati