UGENTO – “La salvezza, anche all’ultimo minuto”: il ds Bavone inquadra l’obiettivo della matricola giallorossa

"Abbiamo terminato il lavoro di costruzione della rosa da consegnare a mister Oliva - dice il dirigente giallorosso - ma interverremo qualora ci fosse la possibilità di prendere qualche elemento under. La salvezza per Ugento sarebbe un successo. Dispiaciuto per il Mesagne"

bavone-loris-ugento-ago19

Foto: L. Bavone

Manca un mese esatto all’esordio assoluto dell’Ugento in Eccellenza pugliese e in casa giallorossa si respira un clima di assoluta fiducia. Il riconfermato ds giallorosso, Loris Bavone, fa il punto della situazione al termine della seconda settimana di ritiro: “Siamo pronti per la prima uscita stagionale di domani pomeriggio – dice il dirigentequando affronteremo qui a Ugento il Casarano a partire dalle 17. Abbiamo consegnato a mister Oliva una rosa abbastanza ampia, riconfermando 7-8 unità dalla scorsa stagione compreso gli under Congedi, Rizzo, Magagnino, Stefano e Giuseppe Solidoro, oltre agli over che si sono ben comportati l’anno scorso come Esposito, Signore, Pasca, Umberto Solidoro, Di Seclì. Regner, Ponzo e Castrì. A questa intelaiatura abbiamo aggiunto dei giocatori di categoria come Sansò e Maiolo, che l’anno scorso hanno fatto un gran bel campionato a Gallipoli, e i tre argentini come il centrale Martinez e gli attaccanti Paladino e Sciacca. La costruzione dell’organico è terminata, anche se potremmo intervenire qualora si presentasse l’occasione di prendere qualche elemento under“.

Tante le novità, ma anche le riconferme, negli staff tecnico e dirigenziale. “Nello staff tecnico – continua Bavoneabbiamo riconfermato il preparatore atletico Matteo La Porta, che l’anno scorso ha ben figurato, oltre che, naturalmente, mister Mimmo Oliva che la riconferma se l’è ottenuta, da solo, sul campo, vincendo due degli ultimi tre campionati con l’Ugento. Lavorerà con noi, come preparatore dei portieri, l’esperto Marco Buccarella, ex Gallipoli e Casarano. Anche a livello dirigenziale ci sono state delle novità come l’entrata del direttore generale Donato Citignola, persona che sa di calcio e che ha ristabilito un po’ gli equilibri tra staff dirigenziale e staff tecnico, ma il mio grazie va all’intera dirigenza.

Obiettivi per il prossimo campionato? Semplici: “Il nostro obiettivo è la salvezza, anche se dovesse arrivare all’ultimo minuto dell’ultima giornata, sarebbe veramente un successo per la cittadina di Ugento”. Un commento sul girone di Eccellenza appena ufficializzato: “Sono molto dispiaciuto per la mancata iscrizione del Mesagne, negli ultimi 20 anni sempre presente tra Eccellenza e Promozione. Le favorite? Martina, Corato e Molfetta su tutti”, mentre per il girone B di Promozione, vinto l’anno scorso dall’Ugento, il diesse sceglie Maglie, Racale e Matino, con Novoli e Taurisano da tenere sempre in grande considerazione”. Appuntamento, per l’esordio stagionale dell’Ugento, a domenica 1° settembre con l’andata del primo turno di Coppa Italia Eccellenza.

Marco MONTAGNA
Giornalista pubblicista dal 2012, fondatore e direttore responsabile di SalentoSport, collaboratore di Tuttomercatoweb dal 2009, corrispondente per Piazzasalento dai Comuni di Melissano, Racale e Alliste dal 2011 al 2017, collaboratore per la redazione sportiva del Nuovo Quotidiano di Puglia dal 2015.

Articoli Correlati