Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

UGENTO – Oliva: “Bene fermare i campionati. Stop di due settimane? Non credo…”

Anche il tecnico dell’Ugento Mimmo Oliva si allinea a quello che, tutto sommato, è il pensiero comune di queste ore: giusto lo stop per i campionati per tutelare la salute di tutti i tesserati. Una situazione quasi surreale quello che si vive oggi nel mondo nel calcio, che, oggi come non mai, appare unito e compatto verso la strada della prevenzione.

STOP AI CAMPIONATI – “Secondo il mio pensiero, in questo periodo di grande difficoltà, lo stop dei campionati è la cosa più giusta e sensata, poiché,con grande saggezza, si sta mettendo la salute al primo posto, come è ovvio e giusto che sia. L’Italia vive una fase molto critica e di conseguenza è corretto che anche il mondo del calcio si allinei a questa fase di emergenza; la speranza ora è quella che il tutto passi nel minor tempo possibile e che quanto prima si possa tornare a vivere la vita di tutti i giorni con maggiore serenità“.

GESTIONE SITUAZIONE TECNICA – “Ovviamente per noi che vivevamo un periodo di grande forma sia a livello mentale che fisico, subire questo brusco stop non è certamente la cosa migliore, ma questa non rappresenta nel modo più assoluto una polemica. Ora in queste due settimane ci troveremo costretti a cambiare il programma di allenamento, provando a tenere alto il livello fisico e psicologico dei ragazzi anche se questo non è certamente semplice, poiché entravamo nella fase finale della stagione; insieme allo staff cercheremo la soluzione migliore, ammesso che le settimane di stop siano due, perchè di questo non ne sono tanto convinto,  fermo restando che la speranza, come già detto, è quella che tutto passi nel minor tempo possibile. Questo è un problema che riguarda sicuramente tutte le squadre e tutti gli staff tecnici, ma in questo momento  – conclude Oliva -, ogni discorso riguardante il campo viene in secondo piano, oggi occorre guardare l’aspetto medico e lottare contro l’epidemia”.