Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

TU CHIAMALE SE VUOI… EMOZIONI – Le gioie di Manco, le amarezze di Sportillo, la soddisfazione di Villani

Secondo appuntamento con la nostra raccolta “Tu chiamale se vuoi…Emozioni”. A raccontare le sensazioni, le gioie e le amarezze del 2017 sportivo Andrea Manco (Taurisano), Pietro Sportillo (Casarano) ed Alessandro Villani (Otranto).

Andrea Manco, allenatore del Taurisano

Dopo essersi aggiudicato il torneo di Seconda Categoria, il Taurisano di Andrea Manco sta primeggiando anche in Prima Categoria. Il tecnico del Toro ha ben impresso nella mente il momento topico dell’anno: “La vittoria del campionato a casa mia. Abbiamo trionfato al termine di un torneo molto difficile, è stato bellissimo. Vincere a casa propria ha sempre un sapore speciale. Ci sono delle partite nel corso della stagione che scrivono la storia della stessa, io penso a quella di Alessano. Dovevamo giocare contro una squadra affamata di punti per potersi salvare, siamo riusciti a vincere su un campo difficile. L’abbraccio finale tra squadra, società e tifosi è stata la fotografia più bella”.

Il tecnico del Casarano Pietro Sportillo (©SalentoSport.net – M. Coribello)

Pietro Sportillo, sempre schietto e senza fronzoli, non individua un momento particolare da quando è alla guida del Casarano. Piuttosto, sono state diverse le amarezze vissute durante l’anno ed il trainer francavillese ci spiega il suo punto di vista: “Non posso parlare di momenti felici, perché per me felicità equivale a vincere, a raggiungere degli obiettivi. Fa parte del mio carattere non accontentarmi. C’è un’immagine, però, che ha lasciato molta delusione, questo sì, la semifinale playoff con l’Altamura. Per come è andata la partita avremmo meritato sicuramente la finale, eravamo ad un passo dall’impresa, peccato non esserci riusciti. Anche l’eliminazione in semifinale di Coppa Italia per mano del Fasano ai calci di rigore ha lasciato il segno, all’ultimo atto della competizione saremmo dovuti arrivare noi”.

Villani in un match contro il Casarano (©D. Longo)

Il 2017 dell’Otranto è stato certamente sopra le righe. Tra i protagonisti indiscussi del team idruntino, Alessandro Villani: “Credo che il momento più bello di questo anno sia stata la vittoria sul Bitonto. Perdevamo di un gol, poi negli ultimi minuti siamo riusciti a ribaltare completamente il match ottenendo un successo straordinario e prestigioso. Siamo partiti veramente bene, tutti ci davano per spacciati ed invece stiamo disputando un grandissimo campionato”.