ECCELLENZA – Prove di fuga per il Martina, Ugento a testa alta. Ossigeno Gallipoli, punti d’oro Deghi: il punto dopo la 6ª

La certezza, per la capolista, si chiama Nicolas Di Rito, al quinto centro stagionale. Primo stop per i giallorossi di Mimmo Oliva. Per l'Otranto terzo pareggio consecutivo

ucbisceglie-gallipoli-1-2-131019-ss-coribelli-esultanza-portaccio-andrea

Foto: l'esultanza di A. Portaccio del Gallipoli (@SalentoSport/M. Coribello)

Prima mini fuga stagionale per il Martina: gli uomini di Marasciulo mettono in riga, nel big match della sesta giornata, l’ex capolista Ugento e guardano tutti dall’alto. La certezza si chiama sempre Nicolas Di Rito, a segno per la quinta volta nel torneo. Per i giallorossi di Mimmo Oliva, miglior attacco con quattordici reti all’attivo, si tratta della prima sconfitta. Ma con tanto onore, vista la prova offerta soprattutto nel primo tempo.

Il Martina si conferma squadra solida e cinica, candidata, forse, numero uno, al salto di categoria. La formazione di mister Marasciulo resta l’unica imbattuta, insieme al Molfetta Calcio, che, contro il San Marco, spreca un match ball clamoroso, facendosi raggiungere dall’1-3 sul 3-3 nei minuti finali di gara e perdendo, dunque, la testa della classifica. Sugli scudi un super Triggiani, autore di una tripletta e nuovo leader della classifica marcatori, a quota sei.

Non sanno pareggiare, invece, Audace Barletta e Corato: o vincono o perdono. Nell’altro big match di giornata, la matricola Audace infligge il primo ko al Trani e riscatta il brutto capitombolo interno con l’Orta Nova. Secondo posto, a -2 dal Martina, per i biancorossi, in compagnia di Molfetta Calcio e Corato. Che, in casa dell’Orta Nova, fa bottino pieno, grazie al solito Falconieri e non subisce gol, confermandosi miglior difesa, con solo due reti subite. La difesa più perforata è quella del San Severo: con i due gol subiti al “Deghi Stadium” aumentano a tredici i centri complessivi al passivo. Tre punti provvidenziali per gli orange, arrivati all’ultimo respiro, che riportano la squadra tra le posizioni di testa.

E a proposito di boccate d’ossigeno, da un calcio alla crisi il Gallipoli, che a Bisceglie torna alla vittoria dopo tre ko consecutivi. Comincia a prenderci gusto il Vieste, che sul campo dell’Altamura trova il secondo successo di fila, scavalcando in classifica proprio i murgiani. Fortis e Barletta sono le due note stonate d’inizio stagione. Il Barletta chiude addirittura la classifica a quota due. A Otranto i biancorossi non sono riusciti ad andare oltre lo 0-0. Per gli idruntini si tratta del terzo pari consecutivo. Di pareggi, in totale, ce ne sono stati solo due nella sesta giornata. Tre vittorie interne e tre esterne. Venti le reti complessive.

Articoli Correlati