ECCELLENZA – Prova di forza Fasano, sussulto Aradeo. Conferme per Gallipoli e Avetrana

Il Bitonto è campione d'inverno nonostante la sconfitta di Corato. Pareggio nel derby tra Novoli ed Otranto, così come impattano Avetrana e Gallipoli che restano seconde

fasano-dibiase

Foto: ©R. Dibiase

Il Bitonto perde ma si laurea lo stesso campione d’inverno, perché, nel confronto tra seconde, Avetrana e Gallipoli non riescono ad andare oltre il pareggio. A Corato i neroverdi incappano nella quarta sconfitta in campionato, al cospetto di una squadra che, dopo la partenza di tutti i suoi giocatori più rappresentativi, vuole provare a dare un senso al proprio torneo. Si era illusa l’Avetrana, un’illusione lunga quattro minuti, tanto è durato il vantaggio sul Gallipoli, di portarsi a casa il titolo di campione d’inverno. Ma, così come i biancorossi, anche gli uomini di mister Villa hanno quale loro marchio di fabbrica grinta, volontà e determinazione, che li mettono in condizione di lottare, sempre, fino all’ultimo minuto.

Per l’Avetrana si tratta del quattordicesimo risultato utile consecutivo. Ma la notizia di giornata è la prova di forza eccezionale del Fasano, che dilaga al “Capozza”, per quattro reti a una. Il Casarano è stato in partita per venticinque minuti circa e cioè fino a quando non ha trovato il gol del pari, poi tanto, troppo, Fasano, in cui è andato a segno, per la seconda volta, Montaldi. L’imbarcata subita contro i brindisini fa perdere alla formazione di Pietro Sportillo lo scettro di difesa meno battuta, che passa, invece, all’Avetrana. Dieci le reti incassate dai biancorossi. L’attacco più prolifico diventa proprio quel del Fasano, che ha messo a segno ventotto centri. I record negativi, per quanto riguarda l’attacco e la difesa, spettano, manco a dirlo, al Galatina, o a quello che ne rimane.

Con le otto reti subite al “Città degli Ulivi”, contro l’Omnia, diventano trentatre quelle incassate dopo quindici giornate. Mentre sono solo sette i centri all’attivo. L’Aradeo vince e costringe i biancostellati all’ultimo posto. Porta fortuna ai giallorossi il cambio dell’allenatore (a Politi è subentrato Nobile): un gol del neo acquisto Ceresetto regala i tre punti contro il Molfetta e permette di agganciare, a quota undici, il Novoli. In casa rossoblù la vittoria manca da dieci giornate. 2-2 contro l’Otranto, per una squadra profondamente rinnovata dal mercato di dicembre.

Restando in zona play out, non si fanno male Barletta e Bisceglie, mentre aggiunge tre mattoncini pesantissimi il Vieste, che s’impone, forse anche un po’ a sorpresa, su un Trani che non perdeva da cinque turni e che mantiene intatto, tre punti, il distacco dalla vetta. Il Trani è l’unica squadra ad aver battuto l’Avetrana e il sette gennaio si riprenderà dal confronto tra queste due formazioni. Occhi puntati anche sul derby di Bitonto.

Articoli Correlati